Fiori alle due mamme con bimba adottata

10649525_733499340037808_9207840577332587336_n

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

buone vacanze

buone vacanze

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

auguri a patty per i meravigliosi anni

auguri a patty per i meravigliosi anni

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

L’amore non ha limiti nella diversità

10551092_10154413883825093_4700741065269823106_n
Una foto per cambiare la tua testa.
Applausi alle donne vescovo della futura chiesa anglicana anche europea e UK

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

sos palestina

10462949_10152461326260668_5153161633348740732_n (1)

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Libertà di matrimonio per tutti non solo negli USA

@mx_595

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

HAPPY BIRTHDAY.

Lascia un commento

27 maggio 2014 · 2:26 pm

sos Nigeria:…

(Luisa Nitti) Più di 250 ragazze rapite. Di loro non si sa più nulla da oltre un mese.  Sono state prelevate dalla loro scuola, nella provincia di Chibok, nel Nord Est della Nigeria. L’unica certezza è che il loro rapimento è stato rivendicato da Boko Haram, il gruppo di estremisti islamici che continua a seminare morte.
 
Sconcerto dopo i rapimenti
Si calcola che siano 1500, da gennaio ad oggi, le vittime di attacchi terroristici da parte di Boko Haram, mentre un altro gruppo di 11 ragazze è stato rapito la scorsa settimana. Markus Gamache che si occupa di un progetto interreligioso a Jos, nel nord del paese, in una delle aree più a rischio della Nigeria, dice: “Avevamo già avuto in passato il rapimento di due o tre ragazze, in particolare a Limankara nello stato del Borno, a Madagali e Adamawa. Ma questa volta, il rapimento di un numero così alto di giovani è stata davvero una terribile sorpresa”.
 
Governo debole
Markus Gamache sostiene che il rapimento delle ragazze abbia messo a nudo la debolezza del governo guidato dal presidente Goodluck Johnatan. “La società civile ritiene che l’accaduto vada oltre l’opposizione al governo, oltre l’attacco alle chiese, oltre il conflitto religioso: i terroristi agiscono in modo insensato. Da parte di tutta la società civile c’è stata una forte reazione contro l’accaduto. Nei piccoli centri questa situazione ha suscitato paura, nelle grandi città la gente si è mobilitata per protestare. Quello che ci ha scandalizzato – non solo i cristiani, non solo le persone vicine a queste ragazze, ma tutte le persone – è l’esitazione del governo: avrebbe dovuto muoversi più rapidamente, inviare subito forze di polizia, le 43 ragazze che sono saltate giù dai camion e si sono nascoste fra i campi sono state messe in salvo dalle comunità locali”.

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Solo Europee non Comunali

Solo Europee non Comunali

Lascia un commento

19 maggio 2014 · 2:58 pm

Più figli per i gay!

PPi

Lascia un commento

17 maggio 2014 · 11:40 am