L’amore non ha limiti nella diversità

10551092_10154413883825093_4700741065269823106_n
Una foto per cambiare la tua testa.
Applausi alle donne vescovo della futura chiesa anglicana anche europea e UK

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

sos palestina

10462949_10152461326260668_5153161633348740732_n (1)

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Libertà di matrimonio per tutti non solo negli USA

@mx_595

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

HAPPY BIRTHDAY.

Lascia un commento

27 maggio 2014 · 2:26 pm

sos Nigeria:…

(Luisa Nitti) Più di 250 ragazze rapite. Di loro non si sa più nulla da oltre un mese.  Sono state prelevate dalla loro scuola, nella provincia di Chibok, nel Nord Est della Nigeria. L’unica certezza è che il loro rapimento è stato rivendicato da Boko Haram, il gruppo di estremisti islamici che continua a seminare morte.
 
Sconcerto dopo i rapimenti
Si calcola che siano 1500, da gennaio ad oggi, le vittime di attacchi terroristici da parte di Boko Haram, mentre un altro gruppo di 11 ragazze è stato rapito la scorsa settimana. Markus Gamache che si occupa di un progetto interreligioso a Jos, nel nord del paese, in una delle aree più a rischio della Nigeria, dice: “Avevamo già avuto in passato il rapimento di due o tre ragazze, in particolare a Limankara nello stato del Borno, a Madagali e Adamawa. Ma questa volta, il rapimento di un numero così alto di giovani è stata davvero una terribile sorpresa”.
 
Governo debole
Markus Gamache sostiene che il rapimento delle ragazze abbia messo a nudo la debolezza del governo guidato dal presidente Goodluck Johnatan. “La società civile ritiene che l’accaduto vada oltre l’opposizione al governo, oltre l’attacco alle chiese, oltre il conflitto religioso: i terroristi agiscono in modo insensato. Da parte di tutta la società civile c’è stata una forte reazione contro l’accaduto. Nei piccoli centri questa situazione ha suscitato paura, nelle grandi città la gente si è mobilitata per protestare. Quello che ci ha scandalizzato – non solo i cristiani, non solo le persone vicine a queste ragazze, ma tutte le persone – è l’esitazione del governo: avrebbe dovuto muoversi più rapidamente, inviare subito forze di polizia, le 43 ragazze che sono saltate giù dai camion e si sono nascoste fra i campi sono state messe in salvo dalle comunità locali”.

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Solo Europee non Comunali

Solo Europee non Comunali

Lascia un commento

19 maggio 2014 · 2:58 pm

Più figli per i gay!

PPi

Lascia un commento

17 maggio 2014 · 11:40 am

quello che non è praticato

Pluralismo, che cos’è?
Oggi, invece, vivono in Italia 1,7 milioni di cristiani ortodossi (russi, ucraini, moldavi e rumeni in particolare), un milione di musulmani, e poi migliaia di induisti, buddhisti, sikh. Dunque, è normale incontrare tali persone: ma, per dialogare con esse è necessario conoscere – a prescindere dalle proprie convinzioni personali – le linee maestre del Cristianesimo che ha innervato l’Italia, ed avere anche qualche nozione non sprovveduta delle religioni dei nostri ospiti. E’ tempo insomma di essere cristiani seri, atei seri, agnostici seri, credenti seri. L’analfabetismo era una piaga, un tempo, in Italia; ora è ben raro trovare una persona che non sappia leggere. Permane, invece, l’analfabetismo religioso: anch’esso una piaga che, non rimarginata, potrebbe avere spiacevolissime conseguenze sociali. (in “Trentino” del 5 maggio 2014)

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

iL TESTO BASE DI TELMO PIEVANI

E’ vero che Gandhi ha snobbato la tesi evoluzionista di Darwin scambiandola per una TEORIA  moderna al pari di MARX MA aveva torto marcio nel confondersi: da leggere senza timore iconoclasta il testo di TELMO PIEVANI “Creazione senza Dio” di Giulio Einaudi EDITORE .

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Lo stretto nesso interfede con l’induismo

Visto che il logo di Ecumenici porta il ritratto induista di Gandhi è opportuno spiegare le ragioni della nostra separazione interfede dal quaccherismo cristiano conosciuto bene da Gandhi più in Sud Africa che a Londra.
Nel modo più categorico si discostò dai miti fratelli evangelici che proclamavano la Voce interiore come la luce di Gesù Cristo, Unigenito figlio di Dio. Si affermò come quella voce interiore fosse della coscienza religiosa che accomuna tutte le religioni e non una soltanto, che aveva la presunzione di essere l’unica rappresentativa del perdono dei peccati e dei mali di tutta l’umanità. Non era concepibile che una persona potesse svolgere la funzione di perdonante, senza pregiudicare il fatto che solo l’amore è il mezzo per conoscere Dio che non si chiama affatto Gesù, Che rimane una realtà suprema. E non può essere confuso coi tanti profeti del mondo. Dio è l’Unità delle forme di vita del mondo.
C’è poi uno stretto nesso che oggi ci porta a argomentare sul senso dei Servi dell’India di Ganghi e le ragioni di interfede con l’islam già in quell’epoca remota rispetto oggi. Non c’entra il fattore politico colonialista inglese sull’India dell’epoca anzi sembra proprio non toccare le questioni dell’indipendenza nazionale e dell’anglicanesimo ancora esistente come gli sparuti quaccheri. (segue)

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized