Il nuovo paganesimo imperante

Alla luce dei recenti risultati elettorali che premiano le forze xenofobe (non solo in Italia) Ecumenici esprime alla chiesa valdo-metodista di Roma la propria solidarietà di fronte all’atto vandalico subito in questi giorni; riteniamo che il prendere di mira i segni della presenza evangelica sul territorio sia di una gravità assoluta e inaccettabile.

Siano per sempre maledette dell’Eterno le ideologie pagane di istigazione all’odio razzista e di ogni forma di violenza generata dai progetti politici e economici fondati sulla discriminazione su base etnica, sociale, linguistica, sessuale e di orientamento sessuale. Siano maledette ovunque si manifestino. Perfino all’interno delle chiese cristiane laddove si rinuncia alla libera predicazione dell’Amore incondizionato del Creatore verso tutte le creature. Senza alcuna distinzione. Non si puo’ certo blaterare di Cristo, per poi non condividere – nella propria vita quotidiana – gli insegnamenti evangelici di fratellanza e pace nella giustizia.

Il frequentare il tempio, il battesimo, la confermazione (o cresima) l’eucarestia o Cena del Signore sono per noi solo dei segni esteriori (troppo spesso vuoti) che non rendono testimonianza autentica circa l’appartenenza alla comunione spirituale dei santi ossia del credenti. Di coloro che hanno accettato e accettano fra mille difficoltà il messaggio la buona novella del Perdono e diventano – sia pur fra mille fallimenti – discepoli del Regno di Dio.

Dobbiamo di certo impegnarci nei possimi mesi con piu’ coraggio per svegliare dal lungo sonno spirituale dei morti la c.d. maggioranza “cristiana” di questo Paese, nella quale non ci riconosciamo.

Non basta piu’ dire ho letto i testi di Calvino, dei Padri della chiesa, di Monsignor Romero,… serve poter raccontare agli altri cosa facciamo nel nostro quotidiano. Di certo non sarà un integralista antislamico di matrice romana a doverci dare insegnamenti dal Parlamento europeo. Non ci rappresenta e non ci potrà mai rappresentare.

Il nostro è un altro Vangelo. Quello libero e liberato dalla Grazia di Dio.

Padre nostro, Venga il tuo Regno!
Maurizio Benazzi

 



COMUNICATO STAMPA- Atto vandalico contro la chiesa metodista di Roma.

“Roma, 5 giugno 2009 (NEV-CS41/09) – “Tratterete lo straniero che abita fra voi, come chi è nato fra voi”. E’ quanto era scritto sullo striscione che questa notte alcuni ignoti hanno strappato dalla facciata del tempio di via XX settembre a Roma. Un versetto biblico di Levitico 19:34 che la comunità metodista aveva affisso da alcune settimane per segnalare l’adesione alla campagna contro il razzismo “Non aver paura. Apriti agli altri, apri ai diritti”, promossa tra gli altri anche dalla Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI). “E’ un atto di vandalismo che non va sottovalutato – ha detto Eric Noffke, pastore della chiesa di via XX Settembre –. L’impressione infatti è che sia stato premeditato. Proprio all’angolo della chiesa staziona regolarmente una pattuglia di carabinieri, periodicamente assente per la vigilanza nel quartiere. I teppisti ne hanno evidentemente studiato i movimenti, agendo al momento opportuno, noncuranti delle numerose telecamere che sorvegliano il ministero della Difesa “.
“Il Signore ci chiama a leggere i segni dei tempi – si legge in un comunicato stampa del Consiglio della chiesa metodista -, e in questo atto vandalico non possiamo che vedere un ulteriore indizio dell’inverno della civiltà che stiamo vivendo, un inverno di paura, razzismo e violenta estremizzazione del conflitto sociale. Vogliamo trarre da questa storia un incitamento a proseguire nel lavoro di sensibilizzazione della società civile sui temi caldi del nostro tempo”.

Commenti disabilitati su Il nuovo paganesimo imperante

Archiviato in Etica

I commenti sono chiusi.