Ci vediamo !

Stimati amici,

mi permetto di informare le vostre comunità, i vostri gruppi, la cittadinanza milanese che nel quadro delle conferenze ETICA DELLE RELIGIONI: ALLA CONOSCENZA DELLE RELIGIONI – otto incontri da martedì 24 novembre a martedì 9 marzo 2010 – eventi organizzati dalla dottoressa Grazia Aloi, sono previste due serate per analizzare la questione del lavoro e la riforma luterana (martedì 24  novembre) e l’emergere dell’impegno etico nella riforma svizzera (15 dicembre).

Ulteriori informazioni saranno disponibili anche mediante contatto diretto e personale.

L’approccio alle tematiche si fonderà oltre che sul contributo scientifico e della letteratura anche sull’esperienza personale vissuta in ambito ecclesiastico.

Le attività della newsletter Ecumenici riprenderanno dopo il primo incontro. E’ attivo il sito http://www.officinadellapsiche.it/index.php

Ci vediamo a Milano la sera del 24 novembre in via Carducci nr. 8.

Un cordiale saluto di Pace.

Maurizio Benazzi

392 1943729 orario serale

http://www.officinadellapsiche.it/index.php?idsec=810&lg=italiano&idref=41

Etica delle Religioni
 

ALLA CONOSCENZA DELLE  RELIGIONI

RELATORE DOTT MAURIZIO BENAZZI

CRISTIANESIMO MODERNO E ESPERIENZE DI VITA VISSUTA:

MARTEDI’ 24 NOV 2009       Da Lutero a Bonhoeffer: il mondo è diventato sempre più adulto

MARTEDI’ 15 DIC 2009       La riforma svizzera: l’emersione dell’impegno etico dalla societa’ dell’intolleranza religiosa al laicismo di oggi

MARTEDI’ 12 GENN 2010       Movimenti religiosi radicali e fenomeni attuali dell’integralismo, che attraversano anche le chiese storiche.

MARTEDI’ 26 GENN 2010       Anglicanesimo e movimenti pre riforma e post riforma in Europa e nel mondo

ORTODOSSIA:

MARTEDI’ 2 FEBBR 2010 –  Le sostanziali differenze che emergono fra il cristianesimo d’Occidente e quello d’ Oriente, in una miriade di chiese autocefale

ISLAM:

MARTEDI’ 16 FEBB 2010 – Il Dio che arriva dall’Oriente: l’islam. 

BUDDISMO:

MARTEDI 23 FEBB 2010 – Il buddismo: una religione senza Dio

INDUISMO:

MARTEDI’ 9 MARZO 2010 – La lunga vita dell’ induismo.

COSTO:

SINGOLO INCONTRO: EURO 20,00

SINGOLO INCONTRO CON TESSERA PREPAGATA: EURO 15,00

INTERO CICLO OTTO INCONTRI PREPAGATI : EURO 110,00

MINIMO 10 PARTECIPANTI

ISCRIZIONI PRESSO info@officinadellapsiche.it  NON OLTRE 7 GIORNI DALLA DATA di inizio

prenotazioni tessere prepagate: info@officinadellapsiche.it ; ritiro presso Officina della Psiche – via Carducci, 8 (dott. Grazia Aloi);

1 Commento

Archiviato in Eventi

Una risposta a “Ci vediamo !

  1. giovedì 3 dicembre 2009
    LETTERA APERTA A AHMADINEJAD

    24 NOVEMBRE 2009

    Lettera aperta dell’Assemblea Spirituale Nazionale del Brasile al Sig. Ahmadinejad: E’ responsabilità dei governi di difendere gli interessi dei loro cittadini con giustizia e dignità

    Signor Presidente,
    la vostra visita in Brasile, invitato dal Presidente Lula, provoca una riflessione sulle relazioni tra i due paesi. Brasile e Iran, nello scenario mondiale, sono due paesi emergenti, con enorme influenza geopolitica, e una popolazione segnata dalla diversità.
    Niente di più naturale, quindi che, per promuovere questa approssimazione, condividere le buone pratiche e verificare la possibilità di cooperazione.

    In nome della somiglianza di cui sopra, chiediamo la vostra attenzione sul punto seguente: considerando che il Brasile ha adottato un modello di convivenza nella diversità, con le politiche volte a intensificare la partecipazione e il rispetto dei diritti umani, in Iran ci sono pratiche sconsiderate di restrizione dei diritti e della persecuzione di minoranze razziali, di sesso, etnia, orientamento sessuale e identità religiosa.

    In Iran, i Bahá’í (la più grande minoranza religiosa nel paese) affrontano le gravi conseguenze della discriminazione religiosa, avendo loro negato il permesso di lavorare, come pure l’accesso all’istruzione e alla giustizia. Le loro proprietà e i loro Luoghi Sacri sono stati confiscati e distrutti. Negli ultimi 30 anni, più di 250 baha’i sono stati giustiziati, dal 2005, oltre 200 sono stati imprigionati arbitrariamente con intimidazioni e vessazioni – tutto questo perché non rinnegano la loro fede. I loro 7 leader nazionali sono stati imprigionati arbitrariamente da più di 18 mesi, la loro difesa è costantemente ostacolata.

    I media controllati dal Governo offendono i bahá’í con centinaia di articoli, programmi radiofonici e televisivi, messaggi web e volantini con discorsi di odio, promossi dai sacerdoti e funzionari governativi – considerando che ai bahá’í è vietato esercitare il loro diritto alla risposta.

    Qui in Brasile, i Bahá’í prendono parte alla costruzione della democrazia e dello sviluppo delle loro comunità – le attività sono riconosciute dal governo brasiliano e dalla società. Qui, possono praticare la loro fede con libertà e sicurezza, in armonia con i principi di unità del genere umano, dell’uguaglianza di razza e di genere, della promozione della pace e del servizio all’umanità.

    Com’è possibile giustificare questa differenza di trattamento? Perché i bahá’í, in molte parti del mondo, sono visti come persone di buona volontà, impegnati per il progresso della società, senza alcuna partecipazione alla politica partitica, e in Iran, proprio là dove la loro fede è nata nel 19° secolo, ricevono un trattamento degradante?

    È responsabilità dei governi di promuovere il bene comune, di difendere gli interessi dei loro cittadini e di stimolare lo sviluppo umano, con giustizia e dignità.
    Ci auguriamo che il dialogo tra i due Presidenti possa stimolare la riflessione sulla necessità di nuove politiche in Iran, che consentono ai seguaci di tutte le religioni, compresi i bahá’í, di contribuire al progresso della loro patria.

    http://bahaiviews.posterous.com/on-the-national-spiritual-assembly-of-brazils

    "Mi piace"