Appello urgente: Richiesta di calendarizzazione della legge sul matrimonio civile per le coppie dello stesso sesso

Non abbiamo altri strumenti di fronte alla sordità di un sistema politico corrotto e corruttore, che pretende di imporre la sua arroganza: ce ne rendiamo conto. Solidarietà piena agli amici di Savona da parte di Ecumenici. L’appello viene diffuso anche in inglese ai nostri contatti all’estero.

Ecumenici ricordiamo è l’unico gruppo di credenti che si schiera apertamente – e da sempre – in favore del matrimonio anche religioso, contro le ipotesi di altre iniziative dai nomi e contenuti fantasiosi, frutto di inciuci politici della sinistra riformista e omofoba. Mai piu’ Prodi e prodiani!

Buongiorno,
mi chiamo Valentina Vandilli,
sono una lesbica italiana che ha deciso di agire in prima persona nel campo della lotta per i diritti, ritenendo che una partecipazione diretta sia essenziale.

Vorrei metterLa a conoscenza del caso di Manuel e Fabrizio,
due uomini gay di Savona che hanno deciso di portare avanti uno sciopero della fame dal 4 Gennaio per richiedere la calendarizzazione di una legge per il matrimonio civile in Italia.

I media italiani hanno dato poco risalto ad una iniziativa tanto clamorosa oscurando letteralmente una coppia che ha deciso di chiudere all’angolo la politica digiunando fino a che i parlamentari non decideranno di esaminare una delle decine di leggi che giacciono in Parlamento per il riconoscimento delle unioni tra persone dello stesso sesso.

Esso sarebbe un passo importante per cominciare a garantire a tutti i cittadini e a tutte le cittadine il principio fondamentale di eguaglianza e pari dignità sociale così come stabilito dalla nostra Costituzione, sancendo il diritto di registrare a tutti gli effetti le loro unioni, indipendentemente dal loro sesso e dal loro orientamento sessuale.

Credo infine che lottare per tale riconoscimento sia una affermazione comune di libertà a tutti coloro che condividono aspirazioni inclusive, laiche e fondate sulla parità dei diritti, lottando contro ogni forma di pregiudizio, esclusione o discriminazione, la stessa che la Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea vieta in qualsiasi forma.

La invito a prendere conoscenza della vicenda, leggendo l’articolo di seguito, da me pubblicato sul mio sito, ed a prendere a cuore il loro caso agendo con urgenza.

Grazie per la disponibilità.

Valentina Vandilli
www.vandilli.it
340.3139720

Articolo:

La storia di Francesco Zanardi e Manuel Incorvaia

Vorrei introdurre brevemente Francesco Zanardi, 38 anni, imprenditore nel settore informatico, fondatore del movimento Gay Italiani, e Manuel Incorvaia, 22, precario, convivono dal 2007 a Savona. Sono molto attivi ed impegnati, e da qualche giorno hanno deciso di compiere un gesto estremo: sciopero della fame ad oltranza.

I due ragazzi non sono nuovi alla stampa: la loro battaglia pubblica nasce quando Francesco venne aggredito da ignoti a Mykonos fuori da una discoteca gay
(http://www.ivg.it/2009/09/20/turista-gay-savonese-aggredito-a-mykonos ),

prosegue riuscendo ad ottenere udienza al sindaco di Savona  Berruti, sperando di potersi sposare in Comune
(http://www.ivg.it/2009/10/13/savona-ricevuta-dal-sindaco-coppia-gay-che-si-vuole-sposare )

a Ottobre scrivono un memoriale allo stesso Berruti e
(http://www.ivg.it/2009/10/27/savona-coppia-gay-consegna-un-memoriale-a-berruti )

decidono una lettera anche al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
http://www.ivg.it/2009/10/29/savona-vicenda-matrimonio-gay-la-coppia-scrive-a-napolitano )

A Ottobre  invitano a stendere un drappo blu da appendere ai balconi e alle finestre dall’alba al tramonto in tutta la città di Savona, come invito per tutte le persone che credono veramente nella causa della loro unione, la prima unione civile tra due omosessuali in Italia,
(http://www.ivg.it/2009/10/31/savona-appello-della-coppia-gay-un-drappo-blu-dalle-finestre )
depositano un ricorso al tribunale di Savona perchÈ dichiari l’illegittimità del provvedimento con cui l’ufficiale di stato civile del Comune di Savona ha rigettato la richiesta di pubblicazione di matrimonio
(http://www.ivg.it/2009/12/12/savona-matrimonio-negato-a-coppia-gay-ricorso-in-tribunale ), e
ricevono il sostegno ufficiale di Paola Concia
(http://www.ivg.it/2010/01/05/coppia-gay-sostegno-da-parte-di-anna-paola-concia-pd )

Il 4 gennaio 2010 a Montecitorio iniziano lo sciopero della fame, proseguendolo presso la loro abitazione di Savona. E’ possibile monitorarli 24su24h sul sito http://www.gayitaliani.eu.

Il 6 Gennaio 2010 è uscito un bollettino medico con certificati allegati di uno dei due ragazzi, Francesco Zanardi, causa un malore da stress

<<’Bollettino medico del terzo giorno rilasciato a causa di un malore durante la notte.
Nella serata di ieri alle ore 23,37 è stato necessario l’intervento di una ambulanza e a scopo cautelativo di una unità di rianimazione a causa di uno shock anafilattico di cui sono stato vittima, malore di cui sono a conoscenza che mi accade molto raramente , sopratutto in momenti di stress. Allego i certificati medici, la nota ha solo l’obbiettivo di informarvi dell’accaduto che non pregiudicherà lo sciopero della fame. Marco Visconti, il medico che ci assiste durante lo sciopero è stato informato ore 10,05 del 6 gennaio 2010. Cordialmente Zanardi Francesco.’>>) .

Ma nonostante il malore non demordono e continuano con la loro protesta!

Tutto ciò che chiedono questi due ragazzi è il riconoscimento della loro unione in quanto matrimonio civile.
Il loro può sembrare un gesto estremo, alcuni lo hanno definito addirittura stupido o inutile.
La cosa certa è che questi ragazzi sono stati lasciati soli: né le istituzioni, né le associazioni, né i media si occupano del loro caso.
Perché?

Siamo di fronte ad un caso di omertà diffusa, quasi come se si volesse giustificare questo silenzio, lo stesso che i Media e le maggiori associazioni LGBT italiane stanno adottando col caso di Manuel Incorvaia e Francesco Zanardi.

Manuel e Francesco hanno anche inviato un appello su Facebook per suggerire alcuni modi per aiutarli concretamente.

Gruppo Facebook per propore sostegno concreto:
http://www.facebook.com/event.php?eid=245262121519&ref=mf

<<”Vi indico in questo evento alcuni modi per poterci aiutare, ringrazio da parte di Manuel e mia per esservi
offerti così numerosi.
Da come vi sarete resi conto il principale problema è la visibilità, i media stanno contenendo ciò che facciamo all’interno della comunità GLBT , È necessario farla uscire perche tutti noi sappiamo perfettamente che accade, il problema È che non lo sanno gli altri e la stampa tace.

A questo riguardo si potrebbe intervenire facendo anche tante piccole manifestazioni di solidarietà, se si riesce a scendere in piazza sarebbe l’ideale, altrimenti ci sono altri modi come scrivere alle testate giornalistiche denunciando cosa sta accadendo.
Un altro modo potrebbe essere quello di scrivere tramite mail al Presidente della Repubblica, del Consiglio, della Camera e del Senato, in questo caso sarebbe opportuno spedire una copia anche a me in modo tale da poter far valere l’iniziativa, il mio indirizzo è f.zanardi@gayitaliani.eu di seguito vi indico gli indirizzi dei presidenti.

Qualunque altra iniziativa vi venga in mente proponetela pure ben venga.
Per il momento vi ringraziamo FraManu.

Presidente della Repubblica:
https://servizi.quirinale.it/webmail/
Presidente del Consiglio: berlusconi_s@camera.it
Presidente del Senato: schifani_r@posta.senato.it
Presidente della Camera: fini_g@camera.it

Vi ricordo di inviare la mail anche a f.zanardi@gayitaliani.eu “>>

Tra i sostenitori dello sciopero indicati da Zanardi si trovano:

– Don Franco Barbero, esponente delle comunità cristiane di base;
– Sergio Rovasio, segretario associazione Radicale Certi Diritti;
– Donatella Poretti, Senatrice radicale – Pd;
– Anna Paola Concia, deputata Pd;
– Vladimir Luxuria, già parlamentare;
– Franco Grillini già parlamentare, Direttore di Gaynet;
– Alessandro Cecchi Paone, giornalista;
– I rappresentanti regionali del movimento Gay Italiani e del movimento Europa Intervieni.

Sicuramente sono molte le notizie cui dare quotidianamente risalto, ma come mai, ad oggi,
associazioni importanti come Arcilesbica, Arcigay e il Mario Mieli non hanno scritto nulla sui loro siti?

Arcigay Nazionale
http://www.arcigay.it
Notizia top: Viaggio nella gay&lesbian life della città
che ospita il XIII Congresso nazionale Arcigay.
Eppure parlano del loro coraggio nell’anno della violenza omofoba!

Arcilesbica Nazionale
http://www.arcilesbica.it
Notizia top: Pride 2010 a Napoli – Europride 2011 a Roma.
Eppure hanno pubblicato un articolo su una coppia di lesbiche,
che hanno fatto ricorso al Tribunale civile di Bologna per il riconoscimento delle loro nozze!

Mario Mieli
http://www.mariomieli.org
Luxuria anti scanner: la questione sicurezza negli aeroporti.

DGP
http://www.digayproject.org
Notizia top: HO SEMPRE AMATO CON LA MEDESIMA INTENSITA’ TANTO UOMINI QUANTO DONNE.

In pochi si sono interessati:

GayLib Toscana
Chiede che si accendano i riflettori sull’iniziativa di Francesco e Manuel, un’iniziativa per i diritti civili.
Di tutti. Luisella Audero, Consigliere nazionale GayLib
http://www.facebook.com/note.php?note_id=252087582355

Segretario dell’associazione KÈ Bari
L’indigazione del segretario dell’associazione KÈ Bari, ci chiede di interrompere lo sciopero È molto preoccupato.
http://www.facebook.com/note.php?note_id=252236452355

E di seguito una breve rassegna stampa nazionale:

Appello al presidente Fini dei gay che vogliono sposarsi (Il secolo XIX)
Unioni gay, sciopero della fame in piazza
Coppia gay in sciopero della fame davanti a Montecitorio: «Riconosceteci»
Coppia gay in sciopero della fame: malore per Francesco
Diritti omosessuali: giovane ligure ha un malore durante lo sciopero della fame (Sabato sera on line)
Savona: Francesco Zanardi soccorso dal 118(GayWave)
Savona: sposi gay, Francesco Zanardi soccorso dal 118 (Savona news)
Sciopero della fame per il sì ai matrimoni gay (Parma Daily)
Lo sciopero della fame della coppia gay in diretta web: “Per lo Stato non esistiamo” (Barimia)
Savona: Zanardi e Incorvaia hanno iniziato sciopero fame
Sciopero della fame per una coppia gay di Savona che chiede il matrimonio
MATRIMONI GAY. I RADICALI PROTESTANO A MONTECITORIO
Coppia gay Savona: inizia lo sciopero della fame
Sciopero della fame sul Web: Francesco e Samuel vogliono sposarsi
E una rassegna stampa Internazionale
ILGA – commentArea (INTERNATIONAL LESBIAN, GAY, BISEXUAL, TRANS AND INTERSEX ASSOCIATION)
Mil bodas simbólicas en Italia para acabar con la discriminación
Una pareja gay en huelga de hambre por el matrimonio homosexual en Italia

Commenti disabilitati su Appello urgente: Richiesta di calendarizzazione della legge sul matrimonio civile per le coppie dello stesso sesso

Archiviato in Diritti civili

I commenti sono chiusi.