La Cina, le chiese cristiane e Haiti

“CRISTIANI” UNITI PER LA CONQUISTA DELLA CINA ?

Come ogni anno, la Società Biblica in Italia ha preparato il fascicolo per la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani. Il fascicolo, che quest’anno si ispira al passo del Vangelo di Luca “Voi sarete testimoni di tutto ciò” (Luca 24,48), è predisposto dal Consiglio Ecumenico delle Chiese (CEC) e dal Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani. La sua elaborazione è stata affidata al gruppo ecumenico della Scozia. Il fascicolo della Società Biblica riporta per intero i passi biblici indicati per gli otto giorni della Settimana. In questa occasione la Società Biblica propone il progetto “Testi biblici per la Cina” con il quale intende raccogliere fondi per stampare, in collaborazione con la Comunità di Taizé e con l’autorizzazione del governo cinese, 1 milione di Bibbie e Nuovi Testamenti da distribuire ai cristiani cinesi. 

Ecumenici ritiene di non partecipare alle manifestazioni che saranno organizzate come segno di protesta e di denuncia contro l’otto per mille percepito dalle diverse confessioni (evangeliche, cattolica ed ebraica), ormai totalmente incapaci di rendersi autosufficienti e autonomi dalla presenza dello Stato – sempre più asfissiante – negli affari religiosi. Il loro stato di crisi spirituale è comunque sotto gli occhi di tutti. Semplicemente assenti per 358 giorni l’anno su 365, sia nei fatti concreti di Vangelo (non certo in TV!) che nella Legge Mosaica, il cui sunto è anch’esso l’amore per Dio e per il prossimo. La nota preghiera del Padre nostro deriva non a caso da preghiere ebraiche!

Surreali ed ipocriti, a nostro avviso, sono gli inviti alla laicità da parte di coloro che si riconosco nello spreco di risorse pubbliche e nel sistema congeniato di prelievo di denaro dalle casse pubbliche.

Diciamo in primis no alla carità pelosa da parte di enti religiosi che attingono denaro dall’otto per mille e facciamo leva proprio sul versetto biblico di quest’anno per chiedervi di divenire promotori di voci di dissenso nelle Assemblee a cui deciderete autonomamente di partecipare: osate chiedere la destinazione di tutto l’otto per mille, e non solo quello, in favore della popolazione Haitiana.

Evangelizzate per favore l’Italia e le sue chiese cristiane; rendete veraci le comunità ebraiche se siete ebrei. Grazie.

Si segnala che sul sito di Medici Senza Frontiere è possibile concorrere alla raccolta fondi per quelle zone terremotate: per info  http://www.medicisenzafrontiere.it/

Commenti disabilitati su La Cina, le chiese cristiane e Haiti

Archiviato in chiese

I commenti sono chiusi.