Ricordiamo

Fondamentalismo buddista?

Gruppo ecumenici e Maurizio Benazzi sono i primi due recruiter in Italia per la raccolta di firme in favore della stipula delle intese dello Stato con le varie confessioni religiose, fra cui quella con l’Unione Buddista Italiana. Ad una semplice richiesta di amicizia su Facebook con un esponente dell’UBI, tramite presentazione di un nostro referente locale buddista, questa è stata la replica…

Comprendiamo di certo perché questo gruppo non sia riuscito ancora a siglare l’Intesa se questi sono i suoi referenti nazionali… La comunità ebraica ortodossa di Milano ha almeno il buon gusto di non replicare ai messaggi di invito…

“”Non sono incline a concedere l’amicizia a chi si cela dietro uno pseudonimo o il nome di un centro o di un gruppo. E poi non sono ecumenico. Credo che anche le religioni, così come le dottrine politiche, vadano valutate in base agli effetti sociali e storici che hanno prodotto e continuano a produrre. Non è che ce l’abbia con Dio, ma è la sua tifoseria che non sopporto :) Un caro saluto. Flavio.”

Proposte
——————————————————————————–

27 Gennaio 2010 ore 18.00

Teatro Franco Parenti, via Pier Lombardo 14, Milano

Marco Belpoliti, Davide Ferrario, Andrea Cortellessa
presentano
LA STRADA DI LEVI
[dvd & libro in uscita il 21 gennaio 2010]

Intervengono Anna Bravo e Stefano Jesurum
Letture di Anna Maria Guarnieri e Luciano Virgilio
dal libro di Marco Belpoliti e Andrea Cortellessa: DA UNA TREGUA ALL’ALTRA
Proiezioni dal film LA STRADA DI LEVI di Marco Belpoliti e Davide Ferrario

LA STRADA DI LEVI di Marco Belpoliti e Davide Ferrario (film) –
Dopo oltre sessant’anni dalla liberazione di Primo Levi da Auschwitz, una piccola troupe
cinematografica ripercorre i luoghi del viaggio dell’autore di SE QUESTO È UN UOMO: Polonia, Ucraina, Bielorussia, Moldavia, Romania, Ungheria, Slovacchia, Austria, Germania e finalmente l’Italia.
Vanno a vedere cosa c’è oggi in quei luoghi e raffrontano il testo di Levi con la realtà attuale. Ne scaturisce un road-movie che racconta l’Europa attuale, le sue contraddizioni tra passato excomunista, nuovi nazionalismi, emigrazione, antiche povertà, speranze di un continente alla ricerca della propria difficile identità.
 
DA UNA TREGUA ALL’ALTRA di Marco Belpoliti e Andrea Cortellessa (libro) –
Mario Rigoni Stern a Primo Levi, 1987:
“Testimoniare era per Primo Levi un dovere morale per quanto doloroso. Un’esigenza che nel 1963 lo spinse a scrivere LA TREGUA, racconto del lungo viaggio che lo riportò a casa
dopo l’esperienza tragica del Lager e nel 1982 lo spinse ad affrontare il ritorno ad Auschwitz”.
Nel libro che accompagna il viaggio cinematografico di Marco Belpoliti e Davide Ferrario sono raccolte le voci dello scrittore torinese e del suo amico e scrittore Mario Rigoni Stern.
Affiancano le loro testimonianze, oltre ai contributi di Belpoliti e Cortellessa su Levi e la sua esperienza sfociata in narrazione, il racconto di Davide Ferrario a proposito del suo
incontro con Rigoni Stern, e due scritti di Massimo Raffaeli e Lucia Sgueglia sulla poesia e il senso del viaggio in Levi.

Marco Belpoliti è saggista e scrittore. Tra i suoi libri più recenti: LA FOTO DI MORO (Nottetempo, 2008) e IL CORPO DEL CAPO (Guanda, 2009). Collabora a “La Stampa” e “L’espresso”. Per Einaudi ha curato l’edizione delle OPERE (1997) di Primo Levi e LA PROVA (2007), il diario di viaggio e delle riprese del film.
 
Davide Ferrario è autore di film e documentari. Tra i primi ricordiamo: TUTTI GIÙ PER TERRA (1997), DOPO MEZZANOTTE (2005) e TUTTA COLPA DI GIUDA (2009). Tra i documentari: LONTANO DA ROMA (1991), sulla Lega Nord, MATERIALE RESISTENTE (1995, con Guido Chiesa) e I-TIGI A GIBELLINA (2002, con Marco Paolini), sulla strage di Ustica.
 
Andrea Cortellessa insegna all’Università di Roma Tre. Tra i suoi ultimi libri: LA FISICA DEL SENSO (Fazi, 2006), LIBRI SEGRETI (Le Lettere, 2008) e SCUOLE SEGRETE (Aragno, 2009).
Per Le Lettere dirige la collana “fuoriformato”. Collabora a “La Stampa”, a “Tuttolibri” e a diverse riviste.

chiarelettere
——————————————————————————–

Cinema Teatro San Giuseppe Brugherio

Comune di Brugherio

Assessorato alla Cultura

MONI OVADIA e Arkè String Quartet

KAVANAH

Storie e Canti della Tradizione Ebraica

TEATRO SAN GIUSEPPE- BRUGHERIO (MB)

Giovedì 28 Gennaio 2010 ore 21.00

per Il Giorno della Memoria

Kavanàh, che significa partecipazione al canto, raccoglie brani di differente ispirazione, partendo dagli inni sacri ebraici della sinagoga, per arrivare a quelli di tradizione tzigana.

Voci lontane accomunate nell’esaltazione dell’amore per il divino, in linguaggi differenti che si intrecciano in un unico afflato partecipativo…

A presto,

laura tussi

www.youtube.com/lauratussi

Commenti disabilitati su Ricordiamo

Archiviato in Uncategorized

I commenti sono chiusi.