Grazie Samudra: una goccia importante nell’oceano della vita

Mi sembra importante ringraziare quanti nel cammino di speranza si sono affiancati nel percorso di accompagnamento di una persona in stato di coma e di noi stretti famigliari. A volte perfino inconsapevolmente: penso ad esempio ai dee jay radiofonici che trasmettono musica…

Fiumi d’inchiostro, sentenze sommarie, dibattiti mediatici e politici sul caso Englaro non hanno affatto aiutato a fare chiarezza sul coma e sugli stati vegetativi, sui bisogni delle famiglie e sulle risposte, a volte carenti, dei servizi sanitari e assistenziali.

A Monza opera da tanti anni l’Associazione “Samudra insieme”: è una Onlus che svolge la propria attività di solidarietà e di volontariato nei confronti delle famiglie con a carico una persona post comatosa attraverso una presenza professionale dove necessario, affrontando spese importanti, ricercando soluzioni migliorative delle condizioni di vita, superando la loro solitudine.

Noi li abbiamo incontrati prima del c.d. risveglio. E ci sono stati vicini per quanto loro possibile. Per questo diciamo grazie.  

Abbiamo conosciuto anche il volto disumano e arrogante della burocrazia “sanitaria” di Stato nella Commissione Invalidi di Legnano: ci sono state comunque di conforto le parole di tanti amici, fra il silenzio di coloro che si erano impegnati attivamente fino a non molto tempo fa nel diritto alla morte…  

Samudra era nata come momento culturale che studiava discipline orientali; l’Associazione si è poi posta negli anni l’obbiettivo di concretizzare nel sociale i principi che erano stati il riferimento e la ricerca effettuata. Nasce così la onlus (organizzazione non lucrativa di utilità sociale).  Il suo nome è esattamente un termine sanscrito che significa “oceano in eterno movimento nel quale siamo immersi.

Il ruolo dell’Associazione è divenuto oggi ormai irrinunciabile per le oltre 130 famiglie che hanno vissuto o stanno vivendo la situazione di un familiare in coma per incidente stradale, infarto, ictus, emorragia cerebrale, ecc. Tanta è la solitudine di queste famiglie e poco viene fatto dalle Istituzioni, spesso gravemente assenti, o con programmi distaccati dalla realtà, o messaggi e comunicazioni di difficile comprensione e accesso.  Il sito è a questo link http://www.samudraonlus.org/

Ci sembra infine importante segnalare questo numero verde.

Comaiuto: per essere aiutato

Per ogni problema di carattere sociale, per informazioni e per richieste di aiuto è attivo

800 998067

telefono di servizio e di assistenza alle famiglie
un operatore è a vostra disposizione dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 –  http://www.amicidiluca.it

Maurizio e Patrizia Benazzi

www.ecumenici.eu

Commenti disabilitati su Grazie Samudra: una goccia importante nell’oceano della vita

Archiviato in Uncategorized

I commenti sono chiusi.