Gli uomini non hanno bisogno di luoghi santi

Roberto, un amico di Taizé del social network, mi chiede di sfuggita stasera, alla fermata del Metrò,  quale Tempio frequento: gli rispondo che non ne frequento nessuno. Non più. Rimane incredulo.

Come amico degli Amici annuncio che la buona novella della luce di Cristo esiste già dentro ogni uomo: deve essere cercata a mio avviso lì dentro e non in atti di fede o in sermoni o in sacramenti, che necessitano di una rappresentazione visibile. La spiritualità cristiana e non solo – in altri termini – non necessità di addetti ai lavori e non ha nemmeno i confini rigidi della religione e dei luoghi destinati al c.d. sacro. Molte adunanze del silenzio quacchero sono infatti aperte alle altre fedi viventi e avvengono in case private (a Bologna in una libreria). Il quacchero spesso cerca anche con l’induista, l’ebreo, l’islamico l’adorazione  e la ricerca della Luce.

Alcune brevi note della comunità ebraica riformata di Milano mi sembrano interessanti per far comprendere un certo modo di vivere la Fede. Le propongo per la riflessione personale e colgo l’occasione per augurare agli amici ebrei Hag Purim Saméach! 

               Gli uomini non hanno bisogno di luoghi santi
 

Il Baal Shem Tov soleva dire: “Gli uomini non hanno bisogno di luoghi santi per i loro precetti: né di sinagoghe né di yeshivot e nemmeno del Tempio. Possono infatti pregare dovunque, anche sotto gli alberi di una foresta.”

                                   Detto chassidico

La kavvanah non è soltanto un modo specifico di pregare, ma anche uno stile di vita. È lo stile di vita di coloro che riconoscono che Dio si aspetta anzitutto una dedizione peculiare. … È lo stile di vita di chi è consapevole della Presenza divina e delle Sue richieste all’uomo: così che ogni atto del suo procedere nella vita sia dedicato al servizio divino.

                                   John D. Rayner

________________________________________________

Brani da: Der Mensch braucht keine heiligen Stätten  – Die Weisheit des Judentums. Gedanken für jeden Tag des Jahres, Gütersloher Verlagshaus, 1999

Commenti disabilitati su Gli uomini non hanno bisogno di luoghi santi

Archiviato in ebrei, Quaccheri del mondo

I commenti sono chiusi.