Amen contro la violenza alle donne !

Venerdì 9 luglio: sciopero dei mezzi di informazione

 

Inviateci tutte le segnalazioni di violenze contro le donne per stolking di cui siete a conoscenza: verranno diffuse sulla nostra bacheca di Facebook,

per chiedere le dimissioni del Ministro dell’Interno!

 …Noi non abbiamo crediti da tutelare nei confronti del Governo. Siamo liberi

 

Amen
È anche questo un termine ebraico molto conosciuto, come “alleluia”. In origine pare che l’amen fosse la corda che lega i cammelli in una carovana. Ogni cammello è legato, per mezzo di questa corda, all’animale che lo precede nella fila. Tramite l’amen, ogni cammello è certo di essere sulla pista che lo condurrà all’oasi, anche se non vede il carovaniere. Tramite questa immagine, il termine amen evoca le nozioni di fiducia, verità e fedeltà.
Quando Gesù vuole insistere su qualcosa di veramente importante, inizia la frase dicendo “Amen, amen, io vi dico…” (ad esempio in Giovanni 6,47), che nelle Bibbie viene spesso tradotto con “In verità, in verità vi dico…”. Questo amen esprime la fiducia che noi possiamo avere nel fatto che Cristo ci conduce a Dio. Il Cristo è l’amen, vale a dire la corda che ci lega a Dio, anche se noi non lo vediamo. Il termine amen era talmente amato dalle persone che hanno sentito parlare Gesù che è stato conservato, nella sua forma ebraica, in molte lingue, per evocare il solido legame che permette di avere fiducia gli uni negli altri.
Quando diciamo amen al termine di una preghiera, non facciamo altro che riassumere, per mezzo di quella parola, la nostra preghiera rimettendo tutto, con fiducia, nelle mani di Dio.
Il termine fede, in ebraico, deriva direttamente dal termine amen. Questo dimostra l’importanza di questa parola e illumina, almeno in parte, il significato che la Bibbia attribuisce alla fede.

Commenti disabilitati su Amen contro la violenza alle donne !

Archiviato in Donne

I commenti sono chiusi.