Pensiero del 4 ottobre

4 ottobre

Chi sa, non parla. Chi parla, non sa. Per questo il sapiente tiene serrata la sua bocca e chiuse le porte dei suoi sentimenti. Smussa la sua acutezza, scioglie i suoi legami, attenua il suo fulgore, si fa uno con la sua polvere. In questo modo è inaccessibile all’amore ed egualmente all’inimicizia. E’ inaccessibile al guadagno ed egualmente alla perdita; è inaccessibile al successo, ed egualmenteall’infamia. Per questo da tutti onorato.

Lao-tse

Con il termine del mio 52esimo anno termina anche il lavoro oggi pomeriggio sul socialismo religioso e l’impronta data ai siti. Il fatto che le pagine lette siano il doppio come numero dei visitatori attesta che i siti sono letti.  Abbiamo dato spazio anche alla resistenza locale (ANPI Medio Olona), agli hutteriti, al Silenzio ( https://quaccheri.wordpress.com/silenzio/ ) e a decine di argomenti anche teologici. Un sentito ringraziamento a tutti e vediamo cosa ci riservano i 53 anni…

Annunci

Commenti disabilitati su Pensiero del 4 ottobre

Archiviato in Uncategorized

I commenti sono chiusi.