Una storia di Gerusalemme e di un ricercatore italiano

Una storia di Gerusalemme e di un ricercatore italiano

Agile libretto di 88 pagine di Stefano Villani edito da Sellerio di Palermo nel 2001 (acquistabile anche su www.IBS.it ) e che ha per titolo “Il calzolaio quacchero e il finto cadì”. Si ricostruisce la storia di George Robinson, quacchero inglese, che nel 1657 partì alla volta di Gerusalemme “per predicare ai turchi e ai papisti”. Il suo viaggio fu tempestato di disagi dal momento che il suo modo di vivere la fede cristiana – da quacchero, appunto, quindi riconoscendo importanza normativa alla luce interiore e non già ad agenti esterni di qualunque natura (compresa la chiesa o le Scritture che sono sempre secondarie) – creò imbarazzo in tutti quelli che incontrava (in Italia, a Malta, a Gerusalemme). I frati di Gerusalemme, però, non sapendo come sbarazzarsene inscenarono un inganno: travestirono da cadì (cioè da magistrato della amministrazione islamica, preposto alla giustizia e investito anche di autorità religiosa) un servo arabo del convento e fecero rimpatriare George Robinson.

Col suo ritorno a Londra ebbe occasione di riflettere a lungo sui personaggi inquietanti incontrati e scrivere la sua relazione che andava ben oltre i patimenti durante il viaggio.

Un testo interessante che da un lato pone l’accento sullo zelo di un rappresentante di un credo “minoritario” e, dall’altro, mette in luce il potere della chiesa “di maggioranza” che riduce al silenzio chi ha idee diverse.

Ovviamente la storia oggi si potrebbe modificare rispetto al medioevo ma di certo non la sostanza degli eventi: gli incontri del quacchero con un sufi o un’autorità islamica potrebbero avvenire anche senza le sue paure latenti, ma rimarrebbe l’inganno di chi autoproclama pacifista nonviolento e accetta – anche dai suoi superiori – la benedizione di navi da guerra, caserme, missioni armate “di pace” nel mondo. Le mura di un convento non lo proteggono dalla Verità. E i capitoli dei frati sono sempre più sotto il controllo stretto vescovile se non di Roma stessa.

Chi è l’autore?

Villani è nato a Genova nel 1968, laureato in Filosofia, ha successivamente ottenuto il dottorato in Storia alla Normale di Pisa. Prima come ricercatore e poi come professore ha partecipato a numerosi progetti con diverse Istituzioni (Folger Shakespeare Library, Accademia dei Lincei – British Academy, Catholic Record Society, Italienisch Deutsches Historisches Institut dell’ Istituto Trentino di Cultura a Trento, Fondazione Cini di Venezia). Ha lavorato nelle missioni quacchere del mediterraneo e a scritti diversi libri: Tremolanti e papisti (1996); Il calzolaio quacchero e il finto cadì (2001); A True Account of the Great Tryals and Cruel Sufferings Undergone by Those Two Faithful Servants of God, Katherine Evans and Sarah Cheevers. La vicenda di due quacchere prigioniere dell’inquisizione di Malta (2003). Ha contribuito alla traduzione in Italiano del Book of Common Prayer . Collabora in molte iniziative di studio e di ricerca alla Normale di Pisa e presso Enti culturali , istituzionali e universitari londinesi e non.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...