Il messaggio religioso dei quaccheri

Sezione II

Il messaggio religioso

La teologia quacchera, non ha eccessive preoccupazioni di sistematicità e questo carattere è particolarmente evidente negli anni iniziali. I primi Amici, al di là delle personali analoigie e differenze, hanno in comune la provenienza dai ceti rurali: non sono degli incolti, ma la loro è una cultura non accademica, fondata in primo luogo, sulla lettura  – quotidiana e, diremmo noi oggi, quasi ossessiva – della Bibbia. Si tratta di una lettura di tipo letterale e fondamentalistico, semplice e che, volutamente, è rivolta ai semplici. E’ un intento ben chiaro, questo, che vuole polemicamente contrapporsi al colto disquisire dei dotti ministri di culto imbevuti della cultura delle università, che fanno un uso mistificatorio della Parola di Dio e ingannano il popolo dall’alto dei loro pulpiti. La parola di Dio, invece , è per i quaccheri dura e severa, anche se piena di speranza, e di essa si può fare un uso liberatorio, non oppiaceo.

Ogni messaggio religioso è datato e i due brani di questa sezione non costituiscono un’eccezione: ambedue risentono fortemente , oltre che della personalità degli autori, dei tempi e delle circostanze . E quindi in questa chiave che essi vanno intesi, senza pretendere che se ne possa derivare una lettura sempre chiara ed esauriente.

Il primo, dovuto a William Dewsbury, appartiene al filone dei proclamations tracts, dei proclami di tono accesamente profetico; è dal 1655 e ha un ritmo preciso che riusciamo a cogliere solo se immaginiamo per un momento di fare parte di un uditorio, anziché di leggerlo con lo sforzo che in ogni caso richiede. Il testo, in larga misura, è infarcito di citazioni e perifrasi bibliche, con una certa preferenza per l’Antico Testamento e per l’Apocalisse. Centrale è l’appello a seguire la luce della coscienza, in cui è presente il Dio che si manifesta, pur che lo si ascolti, a ogni essere umano e l’esortazione al ravvedimento, rivolta in primo luogo ai potenti , è motivata anche da un’urgenza che, in vista del giudizio divino, sfiora toni decisivamente terroristici. Accanto all’annuncio che “il Regno di Dio è nel profondo “ e che Gerusalemme non si edifica col sangue, appare tuttavia bellicoso il Signore degli Eserciti che spazzerà via e schiaccerà gli ingiusti e gli oppressori: un salto da un pacifico spiritualismo mistico a n linguaggio d’apocalittica minaccia, caro alle frange eversive e, certo, non destinato a tranquillizzare le autorità.

La confessione di fede di Edward  Burrough , del 1657, si presenta , all’inizio , secondo una quadro tradizionale; vie è negata la dottrina della predestinazione e affermata la possibilità della santificazione già su questa terra. E’ abbastanza curioso, però, notare che questo documento, rispondente a esigenza di difesa, slitta ben presto da forme e contenuti religiosi ad analisi e richieste di carattere prettamente etico-politico. Il passaggio è evidente e avviene a partire dal contesto della polemica sui ministri di culto; tuttavia la confessione di fede mantiene una sua equilibrata omogeneità, a riprova di quanto i quaccheri legassero immediatamente l’annuncio del messaggio cristiano al concreto operare di individui e di masse nella storia. A poca distanza dal processo e dalla condanna di James Nayler, Burrough è forse costretto dagli eventi a fornire, pur criticandole alcune assicurazioni alle istituzioni: le leggi e il potere hanno il compito di offrire protezione alle persone e alle proprietà, e ai superiori, che rispondono a Dio e agli uomini delle proprie azioni, si deve obbedienza e sottomissione. Sono comunque affermazioni che, proprio perché non insistite – secondo la consuetudine riguardo ai punti centrali – autorizzano il sospetto di essere state inserite un po’ a forza ; e vale sostenere questa ipotesi l’immediata precisazione di Burrough che, in caso di conflitto tra gli inferiori e superiori, l’obbedienza è dovuta in primo luogo a Dio: nel che potremmo anche individuare una nota ironica, se ricordiamo che il destinatario di queste parole, è per l’appunto, un recente potere che, proprio per affermare questo diritto-dovere, ha tagliato una testa di re.

William Dewsbury

Da

Un annuncio vero e profetico del possente giorno del Signore, che è imminente … (1655)

O Inghilterra, pentiti, pentiti, riavvicinati al Signore Iddio onnipotente , perché versi in grave stato di perdizione, ti sei allontanata dal vero Dio vivente a causa della tua iniquità e per l’esteriorità dei tuoi rituali, nonostante ogni tua professione di fede nel suo nome; Dio ti aspetta per donarti la sua grazia e per glorificarti davanti al mondo intero, se solo vorrai seguire con diligenza il suo consiglio, la luce che c’è in ognuno di noi, e se ti affiderai a Lui perché ti possa guidare con la sua potenza.

Questo ho da annunciarti da parte del Signore… Inghilterra: alcuni anni or sono, quando la mia anima evve conferma dell’eterno patto di vita nel Signor Gesù Cristo, in modo che andassi coi redenti del Signore a Sion, chiesi al mio Dio ove fosse per potervi far ritorno e adorarlo in spirito e verità; erano tempi di grande confusione, o Inghilterra, che pure professi di onorare l’unico vero Dio: e c’era chi diceva che Cristo era nelle pratiche dei presbiteriani, altri degli indipendenti , altri negli anabattisti; altri ancora con vuoti rituali proclamavano che Cristo era con loro. Si realizzava così pienamente quel che Cristo aveva predetto. Ma il Signore mi disse di non credere a nessuno di loro, perché il Regno di Dio è nel profondo. E questo io testimoniai e la parola del Signore assicurò al mio spirito che Cristo non era diviso e che non c’erano strappi msul suo mantello; Il Signore è uno e il suo popolo è uno, e tutte le forme esteriori di culto non le quali credi, Inghilterra, si servire Cristo, sono contrarie alla sua volontà.

… Tutti i tuoi rigidi rituali altro non sono che un’imitazione di quel che i santi facevano , secondo il tuo spirito idolatra e pagano; così, in te c’è solo confusione.

… La gloria del Signore mi venne da lui stessa rivelata ; essa si manifesterà anche agli abitanti dell’Inghilterra , se seguiranno diligentemente il consiglio di colui che è la luce delle loro coscienze  e se attenderanno che Dio li guidi con la sua potenza. Io attesi il consiglio di Dio , là dove la sua vocazione mi aveva posto, fino al 1652; nel mese di ottobre… sentii la parola del Signore che mi diceva: “Il mio popolo è sulla via dell’errore , a ciò condotto dai suoi governanti , lontano dalla luce della coscienza che porta alla consacrazione interiore… Così il mio popolo muore per mancanza di nutrimento. Liberamente tu hai ricevuto, liberamente dai, e professa alla luce del sole quel che ti ho rivelato in segreto”. La potenza di questo annuncio mi costrinse a lasciare moglie e figli e a correre senza posa per rivelare agli uomini ov’era il loro maestro, la luce della loro coscienza, che il Signore ha donato a tutti perché se ne servano a guida. Egli li avrebbe condotti alla sorgente di vita, ove le anime trovano ristoro alla presenza del Signore; là il nutrimento è sicuro e l’acqua non viene mai meno (come il Signore mi ha reso manifesto).

…E voi , governati d’Inghilterra, il cui nome sarà onorato se onorerete quello del Signore, seguendo il consiglio di Lui che è luce delle vostre coscienze , in modo che possa guidarvi in ogni azione , ecco ciò che Dio mi muove a dirvi; così vi parla il Signore onnipotente: “Io rovescerò e sconvolgerò ogni cosa sinché non avrò dato a chi ne ha diritto, perché possa farmene restituzione”.

Come già avete visto, il potere del Signore si è manifestato nei confronti di molti che erano ove voi siete ora, ed eravamo tanti : i vescovi e il re, i nobili e l’ultimo parlamento professavano tutti il nome di Cristo, senza sottoporsi però al suo consiglio, luce della loro coscienza. Essi seguirono invece il proprio cuore, ricercando il potere sempre di  più per usarlo per i propri fini, comportandosi da ipocriti con Dio e con il popolo. Ma Dio, nella sua giustizia, li ha travolti  a loro eterna vergogna.

Ora, se non seguirete la luce che è nella vostra coscienza per governare secondo la potenza dello spirito, per infrangere il giogo dell’ingiustizia … per liberare gli oppressi, porterete umili e potenti ad adorare l’immagine della bestia , poiché li costringete a ubbidire alle leggi ingiuste e pagane dell’orgoglioso Nacuccodonosor, che si fece re per opprimere e innalzò coloro che egli voleva regnassero con lui da tiranni crudeli e da iniqui oppressori.

Combattete con coraggio per la verità in terra e rinunciate a edificare Gerusalemme col sangue e con l’iniquità, secondo quel che han fatto in questo paese tutti coloro che hanno innalzato tale bandiera, la stessa che il Signore ha travolto, gettato ai vostri piedi, e che pure voi ancora seguite: è così che i magistrati giudicano a compenso, i preti predicano per mercede e i profeti divinano per denaro… Seguite la luce che è nella vostra coscienza, lasciate che essa sola vi guidi in tutte le vostre decisioni , e Cristo sia per tutti voi il Signore: allora la sua gloria sarà lo scopo delle vostre azioni e allo sguardo di Dio non si presenterà più l’abominevole spettacolo dei giudici che fanno sentenze per denaro, degli avvocati che difendono per lucro e dei preti che fan sermoni per compenso. A governare il popolo, a giudicare le loro cause, ponete persone che abbiano timore di Dio e aliene da ogni forma di cupidigia, perché giudichino senza avere ricompensa ; lasciate che il popolo venga istruito liberamente, e non per denaro, dallo spirito di Dio che è nel cuore dei suoi santi: costoro non possono che dare gratuita testimonianza, come gratuitamente hanno ricevuto.

Allora lo spirito onnipotente di Dio sarà ovunque con voi… i vostri nomi saranno annoverati , grazie alla potenza del Signore, fra quelli dei santi, come avviene per i nomi dei giusti. Parteciperete alla gloria del Signore che egli sta rivelando al popolo eletto di questa nazione, da lui scelto per far conoscere la propria potenza ed esaltare il Regno di Cristo… Noi siederemo nella nostra vigna e sotto alberi di fico, e non vi sarà più timore alcuno. Se rinnegherete voi stessi e seguirete attentamente il consiglio del Signore, la luce nella vostra coscienza , attingerete a questa coppa… Questo è il giorno in cui Iddio innalzerà il suo Regno che durerà in eterno; e questo non verrà concesso ad alcun altro popolo, ma ridurrà in frantumi e consumerà tutti i regni di questa terra.

… La mia coscienza è pura , poiché vi ho rivelato quel che Dio mi ha fatto sapere riguardo a voi e alla nazione e che fra poco si verificherà.

…Voi tutti, giudici che giudicate per lucro, avvocati che difendete per denaro, voi che distruggete il creato e suscitate la discordia del popolo, che mandate in rovina le famiglie e giote della vostra ingiustizia; voi oppressori piccoli e grandi, che tormentate i poveri e arrecate loro sofferenza con la vostra crudeltà, ascoltate la parola del Signore:

Piangete e urlate per le calamiutà che stanno per venirvi addosso; il grido degli oppressi è giunto al Signore ed egli viene per vendicarli e liberarli. L’amore per il denaro e per i gioielli consumerà la vostra carne come il fuoco poiché avete accumulato tesori per l’ultimo giorno ; e voi , alberi sterili che ingombrate il terreno , sarete abbattuti e buttati nello stagno , preparato per  voi e tutti i timorosi  e gli increduli. I malvagi , gli assassini , i fornicatori, i falsi profeti, gli idolatri , i mentitori avranno anch’essi il loro stagno ardente di fuoco e di zolfo che è la seconda morte. Pentitevi , dunque sinché siete in tempo, estirpate il male dal vostro cuore, volgetevi al Signore , seguite.. la luce nella vostra coscienza che vi fa vedere la malvagità delle vostre azioni. Amando quella luce e facendovi da essa guidare ritornerete alla vita; odiandola e allontanandovene , sarete perduti.

…Voi tutti che vi professate ministri di Cristo e vi ponete contro la sua dottrina occupando i posti più importanti nelle assemblee, mettendovi in evidenza nelle feste, facendovi salutare e riverire nelle piazze, cercando ovunque il guadagno , sarete maldetti da Cristo, come gli scribi e i farisei.

… Voi che ricercate pecore da tosare, che vi vestite di lana e vi nutrite anche del superfluo, voi depredate il popolo, come facevano i falsi profeti…come costoro predicate la pace, ma fate la guerra a chi non intende mantenervi. La fate chiamando in giudizio davanti alla legge per i poveri, per ottenere il pagamento delle vostre mercedi, o perseguitando chi non segue le vostre vane tradizioni; vi appropriate della parola del Signore prendendo brani delle Scritture e sovrapponendovi il vostro pensiero; parlate di santità senza che questa si realizzi in voi . Con la vostra falsa visione, frutto dei vostri cuori ingannevoli, con le vostre menzogne, con la vostra leggerezza, portate il popolo a perdersi, come fecero i falsi profeti.

… Niente nelle Scritture giustifica la vostra vocazione a ministri del Vangelo di Cristo secondo la sapienza umana e neppure gli affari che avete fatto per tanto tempo ai danni del popolo.

Nulla v’è nelle Scritture che vi consenta di spruzzare d’acqua il viso d’un bimbo e di chiamare ciò battesimo.

…In nessuna parte delle Scritture vi si permette di depredare la parola dei santi, prendendo brani a casaccio per snaturarli con la vostra cultura mondana, lacerandola in dottrine , ragioni , usanze , motivi secondo i capricci della vostra fantasia.

Non sta scritto che dobbiate avere case tutte per voi, nelle quali possono entrare solo coloro a cui vi compiacete di rivolgere i vostri sermoni, come voi li chiamate. E questa un’invenzione dei vostri cuori , rinnovata di giorno in giorno, un anno dopo l’altro.

Non sta scritto che dobbiate mettere la parola di Davide nella bocca di povera gente ignorante per cantare le lodi del Signore… quando costoro non sono in grado di testimoniare ciò che cantano; così li costringete a bestemmiare il nome di Dio. E quando la luce nella loro coscienza li accusa di mentire in presenza del Signore e di bestemmiare il suo nome grande e glorioso, dite loro che si tratta della luce della coscienza naturale, e così uccidete le loro anime, escludendole dal Regno di Dio.

…Ora che vi ho parlato chiaramente , mostrandovi la situazione in cui siete quale il Signore me l’ha rivelata, la mia coscienza è pura. Non avrete più alcuna scusa nel giorno del Signore che è tanto imminente , quando dovrete rendere conto del sangue delle anime che avete distrutto ed escluso dal Regno di Dio . Io parlo alla luce che c’è nella coscienza di ciascuno di voi, che è testimone di quanto affermo.

Pentitevi , pentitevi, smettete dunque di ingannare il popolo e di distruggere le anime , affrettatevi ad andare incontro al Signore , ritornate da Lui, fatevi guidare dal suo consiglio,  la luce nella vostra coscienza che avete soffocato; se continuerete a opporvi ad essa, perirete.

… A tutti i cittadini d’Inghilterra io dico: abbandonate Babilonia e tutti gli aspetti, le forme, le tradizioni  che sono pera della volontà umana. Rientrate in voi stessi e osservate la luce che c’è nella vostra coscienza ; ciò vi permetterà di vedere chiaro entro di voi e di capire ciò che vi può rallegrare . Il Signore desidera il vostro cuore , non vuole essere adorato solo a parole e in modo formale , ma in spirito e verità, vuole un culto sincero e profondo. Ciascuno cerchi pertanto di restare fedele alla luce nella conoscenza che il Signore ci ha donato perché ce ne servissimo nei confronti suoi e degli uomini. Se la osserverete con attenzione potrete riconoscere le forze del male che sono entro di voi ; la giusta legge di Dio entrerà nel vostro cuore  carnale e terreno e il giudizio , alla fine , potrà trionfare. La vostra volontà si sottometterà a quella di Dio e trarrete conforto dalla sua presenza che soccorre e nutre gli affamati. Guardatevi dal prestare ascolto ai suggerimenti della carne e cadrete nell’orgoglio e nella disobbedienza . La luce nella coscienza sia la vostra guida , perché , se l’amate e l’ubbidite, vivrete, se l’odiate e le disubbidite, sarete condannati. Io mi rivolgo a questa luce nella coscienza , che di quanto io dico mi sarà testimone in eterno , quando vi sarà rivelato il libro della coscienza. Siete ancora in tempo, , approfittatene per servire il Signore, per rafforzare la vostra vocazione; rinnegate l’uomo di prima e le sue azioni, per seguire in giustizia e santità Gesù Cristo, senza il quale nessuno può vedere il Signore. Così facendo sfuggirete all’ira divina che si scatenerà invece sui figli degeneri di questa e delle altre nazioni. Il Signore renderà la terra simi al Giardino dell’Eden e ha iniziato quest’opera grande e meravigliosa proprio in questa nazione…

Ove sta edificando il Regno di Gesù Cristo che porrà fine a tutti i regni del mondo e riempirà tutta la terra. Il giorno del Signore è vicino e vi brucerà, voi uomini orgogliosi e malvagi, come paglia; …di voi non rimarrà alcuna traccia alcuna, dice il Signore degli Eserciti. Per voi , invece, che temete il suo nome, sorgerà il sole radioso della giustizia ; crescerete come vitelli nella stalla e calpesterete i malvagi che diventeranno cenere sotto il vostro piede, nel giorno del Signore. Egli sta riunendo gli eletti, raccogliendo il proprio gregge che si disperse nei giorni oscuri e velati di caligene; egli li sceglierà e li raccoglierà per portarli alla terra promessa.

…O Inghilterra, la mia coscienza è tranquilla ora che ti ho rivelato quel che il Signore mi ha detto riguardo all’amore e alla grazia che intende dimostrarti se seguirai con diligenza il suo consiglio…per seguirlo e farti guidare dalla sua potenza. Voi tutti che non obbedite alla giusta legge di Dio sarete spazzati via dalla furia del Signore e per voi non ci sarà scampo perché è la bocca di Dio che ha pronunciato queste parole. Che voi udiate o, al contrario, dimentichiate, il vostro sangue non ricadrà su di me che vi ho fatto conoscere ciò che Dio mi ha rivelato. Chi piò accolga il messaggio.

 

 

 

Advertisements

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...