L’importanza del movimento quacchero — quaccheri e hutteriti in Italia

 

L’importanza del movimento quacchero

 

Questa breve esposizione dello sfondo storico del primitivo Quaccherismo ci è sembrata necessaria, pur così sommaria e imperfetta , per comprendere la natura del movimento di cui ci occupiamo. La ragione per cui la maggior parte dei “Cercatori” aderirono a George Fox fu perché lo ritennero l’”apostolo” da essi atteso, un uomo “dallo spirito capace di offrire una visibile prova di essere mandato da Dio”. Egli seppe convincerli di aver trovato effettivamente quel che essi cercavano: che, cioè, Dio aveva realmente parlato a lui come aveva parlato agli antichi profeti. Appena venuti a Fox , questi li condusse verso l’esperienza immediata di cui godeva egli stesso, così ebbero il senso che loro guida e maestro non era Fox, ma Cristo stesso. Era ben questo scopo di tutta la predicazione di Fox: “sottrarre gli uomini” al magistero rd ai sistemi umani per condurli a Dio e a Cristo (egli usava i due termini senza diversificazione apparente di significato), il quale “è venuto ad ammaestrare il suo popolo e comprenderlo”.

La reale importanza del movimento quacchero consiste appunto in questo. Egli fu, come la maggior parte dei riscegli “mistici” ai quali abbiamo accennato un ritrovamento delle radici e delle sorgenti del cristianesimo primitivo; il profondo convincimento di una diretta e personale realzione con Dio, a mezzo di Cristo, il quale ha vissuto quaggiù fra gli uomini la vita divina nella sua pienezza, ed il cui Spirito immortale è rimasto per esser loro Maestro e Guida, conducendoli , come nella primitiva Chiesa, per vie impervie, ad operare la redenzione del mondo.

Annunci

Commenti disabilitati su L’importanza del movimento quacchero — quaccheri e hutteriti in Italia

Archiviato in Uncategorized

I commenti sono chiusi.