Ragione e coscienza di Edward Grubb

RAGIONE E COSCIENZA

Ci sembra opportuno occuparci qui brevemente dei rapporti della “Luce Interiore” con la Ragione umana e la Coscienza. La parola “Ragione” – bisogna riconoscerlo – ha, come molte altre, accezioni diverse. A volte significa il potere per cui l’uomo riconosce qualcosa come vera, sia nel dominio dei fatti sia quello della bellezza o della eccellenza. In questo senso la Ragione può essere considerata come una delle operazioni della Luce Interiore. Comprendiamo oggi perfettamente – ciò che era appena inteso dalla maggior parte dei primi Amici – che ogni concetto vero ed eccellente è una riproduzione del concetto divino, che ciò esso non appartiene soltanto all’uomo ma a Dio; cosicché la Ragione retta in noi è opera dello Spirito Santo di Dioe non solamente opera nostra. In altro senso però la parola Ragione significa il processo intellettuale del raziocinio – come , ad esempio, quando deduciamo che le maree sono causate dall’attrazione lunare, o che la somma degli angoli di un triangolo è uguale a due retti. Questo processo intellettuale, mentre senza dubbio, se bene diretto, ci adduce alla verità in ciò che concerne le cose esterne , non può darci il senso della bellezza o del valore definitivo, né spiegarci la bontà, né la certezza della personalità, né la rivelazione interna di Dio. Come Bergson lo ha efficacemente dimostrato, ciò è assai diverso dalla “intuizione” per la quale possiamo ottenere una certa cognizione diretta della intima realtà dell’universo. Questa distinzione deve essere sempre tenuta presente da chi legga negli scritti dei Quaccheri, che la luce di Dio che è in noi non deve essere confusa con la Ragione umana, ovvero che la detta Luce non è “naturale” all’uomo come uomo. ( Vi è un punto debole nell’esposizione della Luce Interiore negli scritti degli Amici, ed è nella rigida distinzione che essi fanno fra l’umano e il divino, tra il “naturale” e il “soprannaturale”. Ciò che abbiamo detto al riguardo non deve essere inteso nel senso che i processi intellettuali , se ben diretti , non abbiano in sé qualcosa del divino. Dio è verità ed ogni vera cognizione è, in un certo grado, un riflesso di Lui. Si vuol significare, invece, che l’intelletto sembra esserci stato dato ( Attraverso l’evoluzione ) per dirigerci nei rapporti con l’universo esteriore (o fenomenico) e che non può per se stesso darci la conoscenza intima delle realtà spirituali che sono “dietro il velo”)

Altrettanto deve dirsi in riguardo alla Coscienza . Questa è un’altra parola che ha vari significati. Alle volte viene usata ad indicare la percezione della differenza fra il bene e il male e la convinzione che dobbiamo sempre seguire il bene ed evitare il male, quali ne possano essere le conseguenze. Presa in tal senso essa è un altro effetto della Luce Interiore. Ma ess può significare anche la nostra credenza che alcune specie di zioni sono buone e altre cattive : ad esempio, che non dobbiamo rubare od uccidere , che non dobbiamo avere schiavi , che non si deve essere poligami , che non deve lavorare la domenica , ecc  In quest’altro senso la Coscienza è in gran parte il frutto della nostra educazione e dell’ambiente. Ciò che è ritenuto buono presso un popolo e in una regione, può essere ritenuto cattivo altrove presso un altro popolo od a una nazione diversa. I patriarchi dell’Antico Testamento avevano una coscienza poco evoluta, seppur l’avevano , circa la poligamia, la schiavitù, o il diritto di uccidere i loro nemici. Il ritenere che la loro “Coscienza”, in tal modo inattesa , sia la Voce di Dio in noi, significherebbe esporci alla obiezione che se Dio ha comandato a un popolo di fare quel che ad un altro ha proibito, vi è fondamentalmente da dubitare se Egli abbia mai parlato agli uomini.

La risposta a questa obiezione la troviamo osservando il processo storico per il quale la coscienza umana si è elevata gradualmente ad una concezione più vera del bene e del male. Come vi è una vera concezione della bellezza , sebbene un bambino preferisca i colori vivaci e forme rudimentali ad un’opera d’arte , così vi è un vero ordine morale al quale la razza umana si eleva a grado a grado. Come si è riconosciuto , ad esempio, che la schiavitù è un male? Precipuamente perché John Woolman o qualche altro si elevò sora il livello morale comune dei suoi giorni, per la ragione che la Luce Interiore ebbe a mostrargli che ciò comunemente era ritenuto come giusto tale non era. La sola ragione per la quale la nuova concezione prevalse fu che, una volta enunciata, anche altri cominciarono a persuadersi , e la Luce Interiore li convinse, che era un’ingiustizia il fare uso di uomini come di semplici istrumenti a proprio profitto e che ognuno, sia bianco che negro, deve essere considerato come un uomo e non come un utensile. Così la Luce di Dio negli uomini educa la loro coscienza sulla questione della schiavitù ; lo stesso, se si seguisse fedelmente la detta Luce , crediamo avverrebbe per la questione della guerra e dei molteplici mali del nostro stato sociale ed industriale. che la fede nella Luce Interiore non significava che ciascheduno potesse far ciò che a lui particolarmente sembrasse bene  dimenticando che vi è una norma morale generale. La luce era la luce di Cristo , che riproduceva nei suoi seguaci il suo Spirito e la sua pratica di vita. “Fox – dice Herbert G. Wood – non sosteneva esclusivamente né precipuamente il principio generale della Luce Interiore; egli rendeva testimonianza alla Luce Interiore in quanto si esternizza in chiari giudizi morali ed in uno svioluppo della esperienza morale”

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...