GRUBB: IL PERCHE’ DELL’ESPIAZIONE

IL PERCHE’ DELL’ESPIAZIONE

La più grave delle accuse addotte contro i primi Quaccheri era che, rendendo inutile la salvazione con la loro dottrina della presenza di Cristo in ogni uomo, non v’era più posto per l’Espiazione , la Conversione, la Nuova Nascita, e si distruggevano così le basi della religione cristiana. Essi rispondevano che sono due cose affatto diverse quella di avere la Luce presente nelle anime e quella di seguira e di obbedirle. Conoscevamo per esperienza che è ben possibile l’avere in sé la Luce e tenerla a in considerazione ostinandosi a camminare nelle tenebre. Né tralasciavamo mai di porre in rilievo il contrasto della loro esperienza dopo che avevamo percepito la luce ed erano coscientemente entrati nel suo raggio , con ciò che avevamo conosciuto e fatto quando o non se ne erano accorti o vivevano in opposizione ad essa.

In altre parole riconoscevamo nella loro vita stessa e scorgevano nel mondo attorno a sé il fatto del peccato. Essi comprendevano ciò che Gesù voleva intendere quando diceva che solo quando l’occhio è “puro” l’intero corpo è pien di luce , e sapevano che nello stato “naturale” dell’uomo, l’occhio non è “puro” ma è annebbiato dal peccato o dall’ostinazione. Era perciò di imprescindibile necessità che l’uomo abbandonasse le ampie vie del peccato, nelle quali la sua vista era offuscata, per entrar nel sentiero nel quale si “cammina nella Luce”. Ed erano certi che un potere più forte della loro propria volontà era necessario per operare questa rivoluzione nella vita di un uomo.

Per Espiazione i primi Quaccheri  intendevano essenzialmente la riconciliazione dell’uomo con Dio e non una semplice “transazione” puramente esterna, né una fittizia “attribuzione” di giustizia che non rispondesse ala realtà. Dio aveva dato se stesso agli uomini nella vita e soprattutto nella morte di Gesù Cristo, perché questi potesse condurre a Lui tutti gli uomini, stornandone la volontà dalla pratica del peccato per ricercare la santità in forza della dinamica dell’amore espiatorio. La maggior parte degli Amici non erano dei teologi, e raramente pertanto facevano discussioni teoriche: ciò di cui si curavano era la pratica. L’Espiazione per essi era un travaglio interiore, o era un mutamento effettivo nell’uomo o non era nulla. (Cfr. CLEMENTE ROMANO, Lettera ai Corinzi, capo VII: “Lasciateci fissare i nostri occhi nel sangue di Cristo e comprendere quanto esso sia prezioso per il Padre, perché, essendo stato versato per la nostra salvezza , conquistò per l’intero mondo la grazia del pentimento”

La Riconciliazione dell’uomo con Dio, la conquista della volontà umana per mezzo dell’amore- sacrificio , conduce l’uomo, aprendogli i suoi occhi interiori, a vedere ciò di cui era poco o nulla cosciente . “Beati i puri di cuore – diceva Gesù – perché essi vedranno Dio” Si ha così la netta distinzione esatta fra la Luce Interiore, intesa in senso nominale, come un dono , dato in certa misura a tutti gli uomini e del quale essi possono o no tener conto , e fra la luce stessa, intesa in senso reale, come quella cioè che al figlio pentito e volenteroso rivela Dio come suo padre , in figura di Gesù Cristo. Vale a dire che solo coloro la cui natura è stata rigenerata dallo Spirito del Crocefisso entrano in pieno possesso della visione spirituale. I primi Amici parlavano non soltanto di “Luce” ma anche di “Semente” diffuse fra gli uomini. Essi conoscevano la differenza fra il chiarore tenue dell’alba e lo splendore del sole levante; fra il seme con le sue ascose possibilità di germoglio e la mirabile bellezza del fiore sbocciato.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...