Pensiero del 2 del primo del mese

2 del primo mese
 
Le persone si preoccupano , si inquitano e si emozionano solo quando sono prese da cose esterne che non dipendono da loro. In questi casi si domandano ansiosamente: che farò? che sarà? che ne verrà fuori? perché le cose sono andate in questo e non in quel modo? Così accade a quanti di continuo si preoccupano di ciò che a loro non appartiene.
 
Al contrario , chi si occupa di quanto dipende da lui stesso , e ripone la sua vita nell’opera di autoperfezionamento , non si agiterà. Qualora cominciasse a preoccuparsi , se gli riuscirà di attenersi alla verità e di fuggire la menzogna , io gli direi : “Tranquillizzati, quel che ti preoccupa giace nelle tue stesse mani: sii solo attento ai tuoi pensieri e ai tuoi atti e cerca in ogni modo di correggerti . Così non dire “che sarà?” Qualunque cosa accade , potrai volgerlo a tuo insegnamento e vantaggio”. “Ma se dovessi morire nella lotta contro le sventure?”
 
“Ebbene? In tal caso morirai della morte di un uomo onorato, che compie quanto gli tocca . In ogni caso dovrai morire , e la morte non ti deve sorprendere mentre fai una cosa qualsiasi. Sarei felice, se la morte mi sorprendesser in un’opera degna di un uomo; in un’opera buona e utile a tutti gli altri; o che mi sorprendesse nel momento che cerco di correggermi. Allora potrei levare le mani a Dio e dirgli: “Signore ! Tu sai in che misura io abbia fatto uso di quanto tu mi hai dato perché comprendessi le tue leggi. Ti ho mosso rimproveri? Mi sono ribellato per qualcosa che mi è accaduito? Ho declinato dal compiere il mio dovere? Ti sono grato per essere nato e per tutti i tuoi doni. Neho fatto uso volentieri: riprenditi indietro e disponine come tu preferisci, sono tuoi!”.
 
Ci può essere morte migliore ? Per vivere in modo tale da morire così, non occorrerà che tu ti privi di molto, anzi , in questo modo acquisterai molto. Ma se vuoi trattenere quanto non ti appartiene , immancabilmente perderai anche quel che è tuo.
 
Chi vuol avere il successo nelle cose del mondo, non dorme tutta la notte, continuamente si affanna e si affaccenda; si insinua tra tra i i potenti e si comporta in genere come uomo da poco. Alla fine , che risultati ha raggiunto? Che lo circonda di qualche onore, che lo teme e che lui, divenuto un capo, può comandare di fare certe cose. Non è forse vero che tu pagheresti per essere liberato da queste preoccupazioni, per poter dormire tranquillo e non essere tormentato dal nulla? Ma sai bene che questa tranquillità d’animo non si compra.
 
Epitteto
Annunci

Commenti disabilitati su Pensiero del 2 del primo del mese

Archiviato in Uncategorized

I commenti sono chiusi.