Edward Grupp

FILANTROPIA E RIFORMA SOCIALE

Il cristianesimo e i rapporti sociali

Uno dei più rilevanti effetti del Cristianesimo è stato quello di ingrandire e di intensificare lo spirito di amore fra gli uomini. Benché Gesù – a quanto pare dai Sinottici – non abbia usato l’espressione “Luce interiore” (E’ da notare non pertanto il passo di Luca VII, 57: E’ perché da voi stessi non giudicate ciò che è giusto?) egli ce la insegnò se non con le parole con le opere. Egli mangiava con i pubblicani e con i peccatori; rivelava a donne qualcuno dei suoi più profondi insegnamenti ; dichiarava come fatto a Lui quel che fosse stato fatto all’ultimo dei suoi fratelli. Grazie a Lui, per la prima volta nella storia del mondo , si ebbe una intensa conoscenza del valore della personalità dell’uomo come tale. Ciascuno divenne per i suoi seguaci un fratello “Per il quale il Cristo era morto”. I confini della fraternità erano così ampliati sino a comprendere tutti i figli dell’uomo. E amare l’uomo perché uomo , il sentimento cioè dell’unità della famiglia umana . divenne nei primi tempi la norma direttiva per tutti.

Ne abbiamo le prove evidenti nel rifiuto dei primitivi Cristiani di combattere negli eserciti romani, nell’abolizione delle lotte fra i gladiatori con le loro ottenebrose crudeltà, nella soppressione graduale – senza che vi fosse un precetto formale – della schiavitù, nel sempre maggiore riconoscimento dell’eguaglianza spirituale fra uomini e donne . Purtroppo, però , non mancarono opposizioni ed influssi contrari. La Chiesa fu assorbita dalla preoccupazione di fissare le proprie credenze e di stabilire la propria organizzazione. Lo spirito ascetico, che è essenzialemnte individualista sedusse molti dei suoi membri spirituali. L’elemosina fu considerata come una specie di penitenza e di disciplina, più proficua nell’altro mondo per l’anima di chi la fa che in questo per chi la riceve. Più tardi la Chiesa si strinse troppo al Feudalesimo, la cui divisione degli uomini in classi di valore intrinsecamente differente sembrò a molti di istituzione divina. Malgrado ciò, si riscontra sempre nella Chiesa una vera sollecitudine a favore dei sofferenti e degli oppressi. Vediamo , ad esempio, Ambrogio costringere Teodosio a fare penitenza per il massacro di Tessalonica. Così pure , durante il Medio Evo la Chiesa si sforzò con più successo , di regolare il commercio e la industria nell’interesse della giustizia e pel benessere dell’umanità.

 

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...