George Fox e le ingiustizie sociali

GEORGE FOX E LE INGIUSTIZIA SOCIALI

La Riforma in Inghilterra portò seco il crollo di gran parte dell’antica struttura sociale, specialmente con la distruzione dei monasteri presso i quali i poveri trovavano assistenza, e ciò proprio in un tempo nei quali i diseredati della fortuna si era moltiplicato. La legge a favore dei poveri, sotto il regno di Elisabetta, non provvide che molto imperfettamente alle crescenti necessità. Così all’epoca della giovinezza di Fox, correvano tempi di vera sofferenza e di oppressione per la povera gente, ciò che aveva prodotto la convinzione, durata ancora a lungo fra la più gran parte di chi diceva di professare il cristianesimo , che un tale stato di cose fosse un fatto naturale ed inevitabile. Nulla v’era di meno favorevole perché  il “germe divino” si sviluppasse in molti cuori umani. Fox si accorse immediatamente delle ingiustizie  e nella sua lealtà cristiana le condannò arditamente. A Mansifield , nel 1648, egli si recò nella seduta convocata per fissare – a norma dello Stauto degli Apprendisti – i salari del valere nel distretto , ed esortò i delegati “di non opprimere i servi nei salari, ma di comportarsi nei loro riguardi secondo giustizia ed equità ( Egli aggiunse che “esortò parimenti i domestici a fare il loro dovere e a servire con fedeltà”).

Wistanleyb, contemporaneamente a Fox, ci accerta che in alcune località i poveri erano costretti a lavorare per quattro, cinque o sei pence (da otto a dodici soldi) al giorno e che i loro salari non erano sufficienti per procurare il pane alle loro famiglie. Fox narra che l’anno dopo ammonì  “i tenutari di pubblici locali di trattenimento che non dovevano permettere che la gente bevesse più del ragionevole”. Nella Cornovaglia , nel 1659 , egli protestò pubblicamente contro il costume inumano dei “profittatori di naufragi”, esortando invece ciascuno , in caso avvenissero naufragi sulle coste, a collaborare al salvataggio delle vite e dei beni ed a fare agli altri  ciò che si sarebbe voluto fatto in simile circostanze a se stesso. Ho già notato altrove come egli raccomandasse alle persone dedite agli affari di non mentire né frodare , e come gli Amici fossero stati i primi ad adottare nei loro negozi il sistema dei prezzi fissi.

 

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...