Pensiero del 26 del primo mese

26 del primo mese

Ti puoi ragionevolmente indignare contro un uomo in preda di una qualche ripugnante infermità? Che colpa ne ha se la sua compagnia ti è sgradevole? Abbi lo steso attegiamento per le malattie morali.

“Ma tu dici, l’uomo è dotato di ragione, mediante la quale può conoscere i propri vizi”. Vero. Di conseguenza anche tu hai la ragione e puoi, trattandolo ragionevolmente, condurre il tuo prossimo a riconoscere i propri difetti. Da’ perciò prova della tua ragione , sii in grado di risvegliare nell’altro la coscienza e guarisci la sua cecità senz’ira, intolleranza e arroganza.

Marco Aurelio

Annunci

Commenti disabilitati su Pensiero del 26 del primo mese

Archiviato in Uncategorized

I commenti sono chiusi.