Pensiero del 26 del terzo mese

26 del terzo mese

La persona che non sapesse che gli occhi possono vedere e non li aprisse mai, sarebbe da compatire molto. Ma ancora più da compatire è chi non capisce che la ragione gli è data perché sopporti tranquillamente ogni genere di avversità. Con l’aiuto della ragione possiamo affrontare ogni avversità. Chi vive secondo ragione non incontra nella vita avversità insormontabili: non esistono per lui . Al contrario , quanto spesso, invece di guardare diritto in faccia a una avversità, ci sforziamo , da pusillamini , di sottrarcene! Non è forse meglio rallegrarsi che Dio ci abbia dato il potere di non amareggiarci per quello che ci accade malgrado il nostro volere, e di ringraziarLo perché Egli ha sottomesso la nostra anima solo a quello che dipende da noi stessi? Egli non ha sottomesso la nostra anima né ai nostri genitori, né ai fratelli, né alla ricchezza , né al nostro corpo, né alla morte. Egli, nella sua bontà, l’ha sottomessa a quella sola cosa che dipende da noi, alla nostra capacità di intendere.

Epitteto

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...