pensiero del 28 del quinto mese

28 del quinto mese

Uno non è un signore perché tormenta senza pietà gli esseri viventi, ma lo si onora con il nome di eletto – di signore – perché è compassionevole verso ogni vivente.

Dhammapada

Apprezzare pienamente una persona possono solo i pari a lei , e coloro che sono più in alto di lei.

Tutto quanto v’è di vero e originale in una persona lo conosce solo Dio.

John Ruskin

Dio interviene per il perseguitato, sia che il giusto perseguiti il giusto, sia che il malvagio perseguiti il giusto, sia che il malvagio perseguiti il malvagio, perfino se il giusto perseguita il malvagio, sempre Dio interviene per il perseguitato, chiunque sia

Talmud

Annunci

Commenti disabilitati su pensiero del 28 del quinto mese

Archiviato in Uncategorized

I commenti sono chiusi.