pensiero del 3 del sesto mese

3 del sesto mese

Quando sulla via maestra imperversano i predoni, il viaggiatore non va da solo: aspetta che passi qualcuno che abbia una guardia del corpo, si unisce a lui e allora non teme i rapinatori.

Lo steso fa l’uomo che ragiona sulla vita. Egli dice a se stesso “Nella vita ci sono molti mali. Dove trovare difesa? Come proteggersi da tutto questo? Quale compagno di strada devo aspettare , per viaggiare sicuro? Chi seguire , quello o un altro? Un ricco , un potente , magari il res stesso? Ma non avro difesa ne da questo né da quelli, perché anche loro vengono derubati e uccisi, anche loro piangono, anche da  loro esiste la sventura. Anzi potrebbe accadere che colui con cui mi accompagno mi assalga e mi derubi.

Non devo forse trovare un compagno di viaggio forte e leale che non mi assalga  e mi protegga sempre? Chi deo seguire?”

E una persona ragionevole risponde che la cosa più sicura è seguire Dio. “Ma cosa significa seguire Dio?”

“Significa desiderare ciò che egli vuole, e non desiderare ciò che non vuole”

“Ma come riuscirci?”

“Comprendendo le sue leggi, tracciate nella tua anima”.

Epitteto

Annunci

Commenti disabilitati su pensiero del 3 del sesto mese

Archiviato in Uncategorized

I commenti sono chiusi.