pensiero del 11 del settimo mese

 

11 del settimo mese

Il saggio esigente con se stesso, nulla chiede agli altri. Rimane contento della propria condizione, non inveisce mai contro il cielo e non accusa gli altri per la propria sorte, perché , trovandosi in una bassa valle, si sottomette ad essa. Mentre il semplice mortale , cercando le ricchezze, cade nel rischio. Quando la freccia non colpisce il centro, l’arciere rimproverà se stesso, non un altro. Cosiì il saggio.

Confucio

Annunci

Commenti disabilitati su pensiero del 11 del settimo mese

Archiviato in Uncategorized

I commenti sono chiusi.