Meeting Minutes

Meeting minutes del 31/5/2020: buona domenica

Dobbiamo opporci all’ingiustizia razziale ovunque sia praticata: nel quartiere dove viviamo, in i nostri luoghi d’affari, e in i nostri contatti con la comunità più ampia. #barringtondunbar#quaker

Cristianesimo significa decisione
Dietrich Bonhoeffer

ALBERTO MIELI: 22 DICEMBRE 1925 – 28 MAGGIO 2018
Alberto Mieli: «Non dovete odiare mai, tenete tanto alla vostra libertà.»
Nato a Roma il 22 dicembre 1925, viene cacciato dalle scuole a causa delle leggi razziali. Viene catturato dai fascisti e dalla Gestapo e deportato nel campo di sterminio nazista di Auschwitz Birkenau non ancora vent’enne, dopo esser passato per il campo di Fossoli.Alberto Mieli, da tutti conosciuto come “Zi Pucchio”, negli ultimi anni è stato uno dei testimoni più attivi nel raccontare la Shoah in Italia. Nel 2015 è stato insignito dell’Università di Foggia della laurea honoris causa in Filologia, letteratura e storia.
«Non c’è ora del giorno o della notte in cui la mia mente non vada a ripensare alla vita nei campi, a quello che i miei occhi sono stati costretti a vedere. Eravamo ebrei. Questa era la nostra unica colpa.»
Tra i testimoni più attivi della Shoah in Italia, il contributo di Alberto Mieli nel narrare la tragedia perpetuata dal nazifascismo è stato in particolare per le giovani generazioni. Grazie di cuore, Alberto. Non ti dimenticheremo mai e continueremo a dare voce al dramma della Shoah.
Per non dimenticare.
Per imparare dagli errori del passato.
Per costruire oggi una società migliore.




   * 1967 Secessione del Biafra dalla Nigeria: è guerra civile

  E’  solo l’errore che ha bisogno del sostegno del governo. La verità si regge da sola. (Thomas Jefferson)

  Preghiamo per la libertà individuale e collettiva dopo il periodo critico di pandemia

L’avventura d’ogni giorno

Signore,
il sole è sorto
e mi metti in mano
una esperienza nuova.
Sarà bella? Sarà noiosa?
Sarà utile?
Non lo so ancora.
Però son certo
che molto dipenda da me.
Questo fammelo capire…
perché spesso rischio
di aspettarmi tutto dagli altri;
tutto da te.
Fammi sentire responsabile
di quello che faccio.
Tu hai creato l’uomo
senza chiedergli il permesso
ti sei però subito legato le mani
e non gli puoi fare niente
se non lo vuole.
Signore,
aiutami a spalancare gli occhi
per vedere dove mi trovo
e chi avrò vicino.
Signore,
aiutami a drizzare bene le orecchie
per raccogliere tutte le voci
che la vita mi invia
e rispondere con coraggio
e fantasia.

1 Commento

Archiviato in Uncategorized

Una risposta a “Meeting Minutes