George Wuensch

Nato il 29 giugno 1887 a Lechhausen; studio della teologia a Erlangen e Berlino. Con Karl Koll e J. Kaftan e ad Heildelberg conJ. Weiss, Windelband, Niebergall ed Ernst Troelsch; parroco in Offengurg; 1914 servizio militare; 1916 ferimento e parroco a Messkirch; nel 1918 insieme a H. Dietrich e E. Dietz fondazione della chiesa popolare di Baden; 1919; licenziato con Jordan ad Erlangen; nel 1922 abilitazione in Marburg; nel 1923 redattore del Mondo cristiano; 1929/1933 redattore della rivista per religione e socialismo; 1931 professore di teologia sistematica e etica sociale; tentativo di un “metodo indiretto di influenza con un attivo mantenimento delle distanze”; 1945 assoluzione nel processo del tribunale politico; 1955 emerito presidente dell’associazione del cristianesimo libero; morto il 22 novembre 1964.

MORALITA’ CRISTIANA ED ECONOMIA SOCIALISTA

1.

La peculiarità e il diritto del nostro movimento consistono nel fatto che noi siamo allo stesso tempo cristiani e socialisti e riconosciamo così i due più potenti movimenti spirituali del presente nei quali si riconoscono milioni di persone; cristianesimo e socialismo. Ma non solo questo, noi siamo convinti che essi formano un tutt’uno e devono essere amalgamati in una unità se la società del futuro non vuole essere lacerata senza la possibilità di salvezza, se non vuole andare in frantumi e sfasciarsi.

Al servizio dell’unità del futuro sociale ci riconosciamo nella chiesa come movimenti di protesta contro le visuali imperanti, socialmente e economicament5e conservatrici, contro l’unione arbitraria del cristianesimo con il feudalesimo patriarcale e capitalismo liberale. Se questa unione. Se questa unione arbitraria viene sempre più rinnegata dalle istanze ufficiali, tuttavia essa è inufficialmente una realtà e si rivela praticamente in tutti gli angoli e le estremità della vita quotidiana. Bisogna finalmente liberarsi dell’illusione che si possa agire all’interno della chiesa “solo religiosamente” , vale a dire senza professare una determinata visione sociale. In realtà non viviamo in uno spazio anaerobico; anche l’annuncio del vangelo può avvenire solamente nella decisione per un modello sociale. Oggi la società patriarcale oppure il liberismo borghese vengono da molte parti accettati come moralmente naturali nei circoli ecclesiastici.

Così pure nel socialismo noi siamo un movimento di protesta contro la concezione che solo il libero pensatore materialista sia un vero socialista. Anche questa concezione è conservatrice, poichè il materialismo naturalista è stato superato dalle ultime scoperte scientifiche degli ultimi 10 anni. Oggi , per es. , non si può più parlare così ingenuamente del significato ideologico delle leggi naturali, quando la scienza naturale non si ritiene in grado di affrontare anche una sola legge naturale generalmente valida. Anche qui le istanze ufficiali dei partiti politici sottolineano che il socialismo è neutrale in questioni di ideologie, ma inufficialmente la stampa di partito e i burocrati dei sindacati lasciano sempre nuovamente scorgere la nostra simpatia per il materialismo ideologico e la loro avversione contro la fede cristiana. Da tutte e due le parti combattiamo la nostra battaglia su duplice fronte e non possiamo far di meglio che richiamarci sempre nuovamente con severità scientifica alla connessione fra cristianesimo e socialismo. In questo contesto ci riferiamo solo ad una parte del tutto: la moralità cristiana e l’economia socialista; poichè cristianesimo non è solo moralità e socialismo non è solo organizzazione economica.

(segue – lavori in corso )

1 Commento

Archiviato in Uncategorized

Una risposta a “George Wuensch

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...