Archivi tag: creature

Quiz e premio

 

Il premio in palio per questo quiz è un dizionario di greco antico neotestamentario – italiano…  Vediamo se incrementiamo le risposte con una domanda aperta: ci si può dilungare. Vale sempre la prima risposta ampia e articolata. Non è gradita la mera nozione scolastica.

Perchè il principio comunista della comunanza dei beni è definito molti secoli prima dagli Hutteriti come principio cristiano?.

Pleonastico precisare che Marx conosceva probabilmente solo il cristianesimo ufficiale legato al  potere e comunque le sue conoscenze sul piano storico dei seguaci di Gesù erano oggettivamente molto limitate, almeno sotto il profilo scientifico.

La prima risposta ben argomentata è proclamata domani vincitrice. Auguri Ecumenici per l’undicesimo compleanno!
——————————————————————————————

Gli aiuti dati sull’argomento e postati sulle bacheche di Facebook:
GianLuca – provo col  riferimento alla descrizione della comunanza dei beni della comunità primitiva descritta in Atti degli apostoli?
Maurizio – parti bene ma sforzati di argomentare meglio… chi erano gli apostoli e cosa credevano di base? Quale era il principio teologico sottostante?
Gianluca – mi ricordo solo che erano concordi nella preghiera, nessuno riconosceva suo alcuno dei propri possessi, ma ogni cosa era deposta ai piedi degli apostoli ed erano distribuiti a chi ne aveva bisogno..uguali di fronte a Dio e ai beni concessi a tutti gli uomini.
Maurizio – perfetto ma c’è un presupposto culturale, teologico… che e’ contenuto nella loro formazione ebraica radicale. Io sono sicuro al 100% che lo sai e in questo momento tutto quello che hai detto è giusto ma manca proprio il punto di partenza diciamo … non l’arrivo (ossia le scritture del NT dove questi aspetti sono enunciati ; dovresti magari indicare anche dei versetti). Perchè ad esempio i beni serve distribuirli a chi ne ha bisogno e non tenerli per se? Ora mi metto a tacere altrimenti ti aiuto troppo
Gianluca – caro Maurizio ..sono con il cellulare… in giro… mi viene solo in mente il concetto di giustizia esposto nella formulazione del giubileo..tutto ritorna in giustizia a tutti…sarà che ho bevuto una grappa…ma stasera la mia formazione teologica lascia a desiderare :-) e mi viene anche in mente il grido dei profeti per la giustizia.
Maurizio – perfino i cattolici da qualche anno riconoscono il principio di fondo e potrebbe avere uno sviluppo interessante la cosa;  mi fermo qui e pubblico l’aiuto per tutt* in bacheca.  Si può rispondere al quiz ponendosi anche la seguente  domanda: ma alla fine che cosa siamo noi?

In risposta a Alberto sulle considerazione sugli Atti: La teologia incarnata dagli apostoli non ha come base se stessa e nemmeno il modello Gesù che avevano di fronte. C’era prima della consapevolezza messianica…

La risposta esatta è arrivata alle ore 23.35 da Lorenza, Curiosa Sempre… e ci mancava veramente il suo colpo maestro, come sempre. Bravissima ! Bravo anche Luca a cui verrà dato un premio di consolazione per le tante ulteriori argomentazioni secondarie ma utilissime. C’è chi conosce bene la teologia e non fa il compagno perchè la cellula di partito gli dice quello che deve pensare. Fa una scelta di fondo di Fede coerente.

“Le comunità Hutterite erano strutturate socialmente su norme di comunanza dei beni in base al principio di derivazione cristiana per cui l’individuo non può esser proprietario di beni, bensì solo amministratore.
Per la cerchia dei discepoli, soprattutto dei 12, valeva il principio della comunanza dei beni. la cassa era comune e tenuta da Giuda Iscariota (Giovanni 13,29).”

Sei perfetta è il principio dell’amministrazione del Creato e non della proprietà di esso il riferimento teologico di base (prima degli ebrei e poi delle comunità primitive cristiane)… e non a caso gli Apostoli erano ebrei ed ebree. Che poi l’ebraismo e il cristianesimo abbiano preso altre strade è un  punto di discussione, in parte oggi rivisto.

Commenti disabilitati su Quiz e premio

Archiviato in quiz